Il Centro Italiano di Cultura festeggia a Calgary il suo 70° anniversario

Il Centro Italiano di Cultura, a Calgary, martedì 20 settembre 2022.

Il Centro Culturale Italiano di Calgary apre le sue porte questo fine settimana, invitando i residenti di Calgary a godersi i panorami, i suoni e i sapori dell’Italia.

L’open house celebra anche il 70° anniversario del centro cittadino.

Linda Blasiti, che in precedenza era stata presidente del centro, ha affermato che l’open house sarebbe stata una reintroduzione alla più ampia comunità di Calgary.

“Ci auguriamo che mentre i Calgary parteciperanno all’evento, avranno un buon assaggio della cultura italiana dai diversi ballerini, coro, musicisti, buon cibo – spaghetti e polpette – e solo conoscere il Centro Culturale Italiano di Calgary significa nel cuore della città.

Plasetti ha detto che non devi essere italiano per essere un membro. Il centro invita tutte le persone attraverso le sue porte.

“Invitiamo la gente di Calgary a venire e unirsi a noi in qualsiasi momento, non solo nel prossimo fine settimana, ma in qualsiasi momento. Fai un pasto delizioso, bevi un bicchiere di vino, sai, ci sono molti eventi durante tutto l’anno a cui chiunque può partecipare. ” ”

Ha detto che, indipendentemente dal fatto che i visitatori rimangano per cinque minuti o per l’intera giornata, avranno una grande opportunità di vivere la celebrazione della longevità del centro, nonché di ciò che il centro ha da offrire.

Il 23 settembre, il centro ospiterà la cena del 70° anniversario con diverse opzioni, Proscutio e Melon, lasagne secchito tradizionali, carne di manzo e maiale, pizza di vitello, Felito di Soliola alla Mandorla e torta Italiana.

Sabato, l’open house del centro offrirà lezioni di bocce, esibizioni del Coro Calgary Crescendo, Calgary Italian Dancers, Diva Opera, attività per bambini e, naturalmente, cibo e bevande italiane. L’open house è a partecipazione gratuita.

READ  Programmatori, designer e imprenditori prosperano grazie alla Apple Developer Academy

La perla nascosta della cultura e della cucina italiana

Uno dei fatti poco noti è che il centro ospita diversi club, leghe sportive, un coro e persino una scuola, ha affermato Mario Tonigozzi, membro del consiglio di amministrazione del centro.

Una delle vere gemme nascoste della città, ha detto Toneguzzi, è La Cantina, che opera fuori dai sotterranei del centro.

“Lo chiamo la gemma nascosta ed è davvero un ottimo posto per provare il vero cibo italiano autentico in un ambiente così meraviglioso.”

“È davvero un’esperienza fantastica”.

Toneguzzi ha riso di poter guardare delle bocce mentre mangia, dato che i giocatori usano le corsie interne del centro.

“Se sei fortunato, le piste da bocce non verranno utilizzate finché non potrai giocare”, ha detto.

Il Leghe di Bocce È una delle attrazioni più famose del centro durante tutto l’anno, con tornei maschili e femminili che vanno da ottobre a maggio. Il centro ha anche un campionato misto che si svolge a maggio e giugno.

Descritto come uno dei migliori ristoranti italiani a Calgary, Blasetti La Cantina fa parte di una delle location privilegiate per eventi al di fuori del settore alberghiero.

“Abbiamo una bellissima sala che ha ospitato molti matrimoni per famiglie non italiane. È una location eccellente”, ha detto.

Collegamento continuo con la società italiana

Plassetti ha affermato che generazioni di famiglie si sono offerte volontarie per rendere il Calgary Italian Cultural Center un successo.

“È una storia ricca, nel senso che è un esercito di davvero volontari, che ha reso questo lavoro un successo”, ha detto.

“Ci sono certamente famiglie multigenerazionali ancora coinvolte oggi – quattro generazioni che hanno ricoperto posizioni di leadership in varie organizzazioni regionali”.

READ  La Tunisia chiede urgente revisione dell'accordo commerciale con la Turchia

Il centro cittadino iniziò con il nome di Calgary Italian Club e Calgary Italian School.

Ha detto che il centro è cambiato più volte nel corso degli anni. Ha persistito a causa della sua capacità di adattamento. Plassetti ha affermato che l’attuale desiderio del centro è quello di raggiungere le generazioni più giovani all’interno della società italiana.

“È una casa per molti, in un certo senso. La sfida sarà incoraggiare le nostre giovani famiglie a vederla allo stesso modo”, ha affermato Blasiti.

“Era un luogo di ritrovo quando arrivarono gli immigrati per la prima volta. Era un luogo di cameratismo, linguaggio comune e interessi condivisi come immigrati”.

Continuità del patrimonio

Ha detto che l’importanza continua del centro è che preserva questo patrimonio.

“Parliamo costantemente con questi ragazzi per dire: ‘Vieni, vieni a prendere i bambini’ e per dire loro che è qui che erano i loro nonni e i loro bisnonni, ma porta i tuoi amici”.

Toneguzzi ha citato la forza della comunità e la forza della leadership nel corso degli anni per la continua importanza del Centro.

“Penso che molti club culturali facciano fatica a rimanere a galla e rimanere in contatto, anche all’interno delle proprie comunità. Molto è economico, potrebbe essere il numero di persone che stanno diventando più parte della comunità”, ha detto.

“Avere qualcosa come il centro italiano, che non solo è sopravvissuto a tutte le sfide ma ha prosperato in così tanti modi, è un grande risultato”.

Per maggiori dettagli sul Centro Culturale Italiano di Calgary e l’open house, cfr www.calgaryitalianculturalcentre.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.