Vuoi andare in Italia? La Sardegna si offre di pagare 15.000 euro per le persone che si stabiliscono lì

L’isola italiana della Sardegna è diventata l’ultima destinazione per le persone che pagano per viaggiare lì.

L’isola è ricca di cultura e ospita mari turchesi e spiagge di sabbia bianca, ma molti dei suoi giovani emigrano in cerca di lavoro.

Per combattere la diminuzione della popolazione rurale, il governo della Sardegna offre ora agli stranieri 15.000 euro per stabilirsi sulle sue coste.

Tuttavia, il piano ha alcune condizioni. Questi soldi dovrebbero andare alla ristrutturazione di una casa in una città di meno di 3.000 persone.

Questi includono città come Caltelli (vicino al Monte Tutavista, famoso per l’escursionismo) e Calacetta (famosa per le sue spiagge di sabbia bianca).

I candidati devono risiedere lì a tempo pieno, quindi i fondi non possono essere utilizzati solo per una casa di vacanza.

La Sardegna è la seconda isola più grande del Mar Mediterraneo (la Sicilia è la più grande) ed è famosa per le sue bellissime spiagge e la cucina varia.

Situata nell’ovest dell’Italia, i visitatori possono accedere all’isola da tutta Europa (e dall’Italia continentale) in aereo e traghetto.

Negli ultimi anni le comunità rurali sarde hanno risentito di un calo demografico. Il programma è progettato per aumentare la popolazione nelle comunità rurali e fornire una spinta economica alle piccole città e villaggi.

“Abbiamo creato una situazione in cui i giovani decidono di rimanere nei territori più fragili e di creare strutture economiche (di sviluppo)”, ha affermato il presidente sardo Cristian Solinas. comunicato stampa.

La domanda per accedere al contributo deve essere inviata ai comuni partecipanti, secondo la pagina che fornisce link ad ulteriori informazioni e domande frequenti. Sito web del governoElenca anche un’e-mail di contatto e un numero di telefono.

READ  Italia: il pubblico ministero afferma che Matteo Salvini non dovrebbe essere processato per un caso di immigrazione Notizie | D.W.

“Non può esserci sviluppo senza la reale espansione dei territori, dell’interno e delle aree più arretrate, che devono realizzare nuove politiche per la loro popolazione”.

Un totale di 105 milioni di euro è stato ora stanziato per il progetto.

Sebbene non tutti i richiedenti utilizzeranno l’intero importo (i sussidi non possono superare il 50% dei costi di acquisto e ristrutturazione), si stima che potrebbero partecipare circa 7.000 persone o famiglie.

Un massimo di € 15.000 sarà assegnato ai candidati come sovvenzione una tantum e non rimborsabile. Gli acquirenti di case possono richiedere questo presso la loro nuova sede del comune.

Tuttavia, devono prima registrare la loro residenza in Sardegna e farlo entro 18 mesi dall’arrivo per poter beneficiare dell’assistenza.

Non è la prima volta che il governo italiano offre incentivi in ​​denaro per incoraggiare le persone a trasferirsi.

All’inizio di quest’anno, diversi paesi del sud della Calabria si sono offerti di pagare fino a 28.000 euro per l’insediamento dei giovani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.