Uno studio ha scoperto che puoi imparare a mettere i nomi sui volti mentre dormi

Un giorno presto, potresti avere uno strumento per aiutarti a imparare rapidamente e conservare nomi e volti, secondo un nuovo studio pubblicato mercoledì sulla rivista NPJ: Science of Learning. I ricercatori della Northwestern University hanno scoperto che la riproduzione di una registrazione dei nomi delle persone durante le notti di sonno più profonde migliora i ricordi delle persone e migliora la loro capacità di ricordare nomi e volti la mattina successiva.

“Il nostro studio ha dimostrato che quando i ricordi vengono riattivati ​​durante il sonno, le capacità di memoria possono essere migliorate dopo il risveglio”, ha affermato l’autore senior Ken Baler, professore di psicologia e direttore del Cognitive Neuroscience Program presso la Northwestern University.

In effetti, ha scoperto che le persone ricordano in media un nome e mezzo in più rispetto a prima di addormentarsi. Ma, ha aggiunto Baller, funziona solo quando “il sonno non è stato disturbato al momento della riattivazione della memoria”.

Se ti svegli molto a causa di rumori, apnea notturna o per usare il bagno, questo interrompe il ciclo del sonno e priva il corpo del sonno ristoratore di cui ha bisogno.

Il ciclo del sonno del corpo si muove attraverso quattro fasi del sonno da quattro a sei volte ogni notte. Nelle fasi 1 e 2, il corpo inizia a diminuire i suoi ritmi. Il battito cardiaco e la respirazione rallentano, la temperatura corporea si abbassa, i movimenti oculari si fermano. Questo ti prepara per la fase successiva: il sonno profondo a onde lente, noto anche come sonno delta. Durante il sonno profondo, il tuo corpo si ripristina letteralmente a livello cellulare – per riparare i danni causati dall’usura quotidiana e consolidare i ricordi in una conservazione a lungo termine.

Poi arriva il sonno con movimenti oculari rapidi, che si chiama REM. Questa è la fase in cui sogniamo. Gli studi lo hanno dimostrato Manca il sonno REM Può portare a scarsa memoria e scarsi risultati cognitivi, nonché malattie cardiache, altre malattie croniche e morte prematura.
Poiché ogni ciclo del sonno dura circa 90 minuti, la maggior parte delle persone richiede dalle sette alle otto ore di sonno relativamente ininterrotto per ottenere un sonno ristoratore. un Gli effetti della mancanza cronica di sonno La tua capacità di prestare attenzione, imparare cose nuove, essere creativo, risolvere problemi e prendere decisioni.

pisolino cablato

Baller e il suo team hanno chiesto a un piccolo gruppo di 24 persone di provare a memorizzare le immagini di 80 volti e i loro nomi corrispondenti: si diceva che metà delle immagini fossero studenti di una classe di storia dell’America Latina; L’altra metà è stata descritta come studentessa in un corso di storia giapponese.

Poi tutti erano collegati a una macchina EEG, che registra l’attività elettrica del cervello e gli consente di fare sonnellini durante il giorno.

READ  Il CDC afferma che 4 infetti, 2 uccisi negli Stati Uniti a causa di una rara malattia tropicale

Durante un pisolino, i ricercatori hanno monitorato attentamente l’attività cerebrale. Quando le onde cerebrali hanno mostrato che la persona era in un’onda lenta o in un sonno profondo, alcuni dei nomi che avevano studiato venivano riprodotti silenziosamente tramite un altoparlante.

Per aiutare l’associazione è stata suonata anche musica associata alle culture giapponesi o latine. La musica è stata trasmessa movimento ippocampale, La parte del tuo cervello associata alla memorizzazione della memoria a lungo termine.

“Quando i partecipanti si sono svegliati, erano relativamente più bravi nel riconoscere i volti delle persone e nel ricordare i loro nomi, rispetto alla memoria per volti e nomi che non sono stati attivati ​​durante il sonno”, ha detto Baller.

Lo studio ha scoperto che le persone con periodi di sonno profondo più lunghi avevano il miglior ricordo della memoria.

Tuttavia, se le onde cerebrali mostrassero che il sonno di una persona è disturbato durante il pisolino, non ci sarebbe un recupero migliore nel test. Questa è una scoperta importante, ha affermato in una dichiarazione l’autore principale Nathan Whitmore, uno studente di dottorato nel programma interdipartimentale di neuroscienze della Northwestern.

“È una nuova entusiasmante scoperta sul sonno, perché ci dice che il modo in cui riattiviamo le informazioni durante il sonno per migliorare l’archiviazione della memoria è associato a un sonno di qualità superiore”, ha affermato Whitmore.

Le migliori sveglie del 2021 (sottolineato dalla CNN)

Abbastanza sexy da usare a casa? Non ancora, disse Baler.

“Stiamo attualmente testando modi per implementare queste procedure a casa”, ha detto alla CNN. “Tuttavia, non ci sono prove sufficienti per essere sicuri della quantità di possibili guadagni”.

Ha affermato che gli studi futuri dovrebbero aiutare a scoprire “come queste tecnologie possono essere utilizzate in modo efficace”. Nel frattempo, la chiave per una buona memoria è ottenere un sonno di alta qualità e senza interruzioni.

READ  Confermati altri due casi di vaiolo delle scimmie in Massachusetts

“Con un sonno di alta qualità, è più probabile che i nostri ricordi siano disponibili quando ne abbiamo bisogno, in modo che possiamo usarli per supportare il processo decisionale, la creatività e la risoluzione dei problemi”, ha affermato Baller.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.