L’Italia intende incrementare gli scambi con la Cina nonostante l’uscita dalla Belt and Road

L’Italia e la Cina intendono rilanciare il commercio nonostante il ritiro di Roma dall’iniziativa cinese Belt and Road, ha detto giovedì il ministro degli Esteri italiano Antonio Tajani.

“I nostri rapporti con la Cina sono positivi, anche se siamo concorrenti e le nostre posizioni differiscono su alcune questioni”, ha detto ai giornalisti nella città settentrionale di Verona dopo una riunione del Comitato economico congiunto con la Cina.

Cinese…

L’Italia e la Cina intendono rilanciare il commercio nonostante il ritiro di Roma dall’iniziativa cinese Belt and Road, ha detto giovedì il ministro degli Esteri italiano Antonio Tajani.

“I nostri rapporti con la Cina sono positivi, anche se siamo concorrenti e le nostre posizioni differiscono su alcune questioni”, ha detto ai giornalisti nella città settentrionale di Verona dopo una riunione del Comitato economico congiunto con la Cina.

All'incontro ha partecipato il ministro cinese del Commercio, Wang Wentao, che si era recato in Italia con una delegazione di imprenditori cinesi.

A dicembre, l’Italia si è ritirata dal progetto di infrastrutture marittime e terrestri, che ha portato a contratti per un valore di circa 2mila miliardi di dollari in tutto il mondo, equivalenti alle dimensioni di alcune delle più grandi economie del mondo.

L’Italia ha inizialmente aderito al progetto nel 2019 ed è diventato l’unico paese del G7 a partecipare all’iniziativa, che mira a migliorare il commercio tra Asia, Europa e Africa.

Pubblicità – Scorri per continuare


Tajani ha sottolineato che l’accordo con Pechino “non ha portato i frutti economici che l’Italia si aspettava”, ma che il ritiro di Roma “non è stato un atto ostile nei confronti della Cina”.

READ  Vittorio Promote parla della mafia più pericolosa, la ndrangheta

Roma e Pechino, ha aggiunto, “hanno deciso di tenere un incontro annuale del Comitato economico congiunto italo-cinese” per “promuovere i loro scambi commerciali” nel quadro della loro “partenariato strategico”.

Venerdì è in programma a Verona un forum economico che riunirà aziende e rappresentanti delle organizzazioni imprenditoriali dei due Paesi.

Pubblicità – Scorri per continuare


bh/spb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *