La Casa Bianca risponde alla decisione della Russia di mettere in massima allerta le forze nucleari

Il segretario stampa della Casa Bianca Jen Psaki ha affermato domenica che la decisione del presidente russo Vladimir Putin di mettere in allerta le forze nucleari russe fa parte di un più ampio modello di escalation non provocata e “minacce artificiali” del Cremlino.

“Questo è davvero un modello che abbiamo visto del presidente Putin nel corso di questo conflitto, di fabbricare minacce inesistenti per giustificare un’ulteriore aggressione – e la comunità globale e il popolo americano dovrebbero esaminarlo attraverso questo post”, Psaki ha detto a George Stephanopoulos della ABC in questa settimana.

“Questo è uno schema del presidente Putin e lo difenderemo, abbiamo la capacità di difenderci, ma dobbiamo anche ricordare ciò che vediamo qui dal presidente Putin”, ha aggiunto.

Alla domanda su ulteriori aiuti militari o sanzioni, Psaki ha affermato che gli Stati Uniti sono pronti a inviare più forniture militari, umanitarie, economiche e di difesa, prendendo atto degli ultimi annunci di aiuti dell’amministrazione dall’inizio del conflitto.

“Vorrei notare che le sanzioni che abbiamo annunciato ieri hanno messo la Russia su un piano di parità con l’Iran e l’hanno tagliata fuori dal sistema bancario con la comunità internazionale”, ha detto Psaki.

Chiedendo se gli Stati Uniti avrebbero intrapreso un’azione più immediata contro il settore energetico russo, Psaki ha affermato che tutto era “sul tavolo”, aggiungendo che l’amministrazione ritiene che l’attuale conflitto dimostri che gli Stati Uniti dovrebbero aumentare la propria fornitura di energia interna e diversificare ciò che è al di là di quello . olio e gas.

Psaki ha aggiunto che gli Stati Uniti rimangono in stretto contatto con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky e lo ha elogiato per la sua leadership durante i primi giorni dell’attuale guerra.

READ  Trenitalia annuncia il servizio Milano-Parigi come "Trenitalia France" - Business Traveller

“Si oppone coraggiosamente all’invasione del presidente Putin e della leadership russa”, ha detto Psaki. Resteremo in stretto contatto con lui”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.