UniCredit lancia in Italia un progetto pilota di formazione dei dipendenti

MILANO (Reuters) – La banca italiana UniCredit ha dichiarato di aver lanciato un progetto pilota di formazione del personale in Italia per cercare di aumentare i tassi di fidelizzazione, settimane dopo che la rivale Intesa Sanpaolo aveva annunciato un’impresa con una società di private equity incentrata sui suoi processi di apprendimento.

Andrea Orsel, CEO di UniCredit (CRDI.MI), ha affermato che i tassi di fidelizzazione sono tra il 30% e il 50% più alti per le aziende con una forte cultura educativa.

“L’ottantasei percento dei millennial afferma che rimarrebbero nella loro posizione se la formazione e lo sviluppo fossero forniti dai loro datori di lavoro”, ha affermato l’ex banchiere di UBS.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Spinto dall’interruzione della pandemia, un numero record di persone ha lasciato il lavoro in un fenomeno soprannominato “le grandi dimissioni”, aggiungendo alla sfida di come trattenere i lavoratori di talento.

UniCredit University Italy offrirà lezioni online e di persona al personale, con l’obiettivo di affinare le competenze esistenti e aggiungerne di nuove.

UniCredit prevede di espandere il progetto pilota ad altri paesi in cui opera.

Intesa a febbraio ha annunciato un progetto con Nextalia, la società di private equity fondata dall’ex banchiere Mediobanca Francesco Canzonieri, per rifornire le sue divisioni di formazione.

Intesa ha affermato che ripiegherà le sue operazioni dedicate all’apprendimento di aziende e dipendenti in una società di nuova creazione chiamata Digit’ed, controllata da Nextalia.

Intesa, che deterrà il 20% della nuova società, ha dichiarato che sta firmando accordi pluriennali per Digit’ed per fornire formazione ai dipendenti e ai clienti della banca.

Segnalato da Valentina Za; Montaggio di Barbara Lewis

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.