‘Turbine in funzione’: il tedesco Schulz punta il dito contro la Russia in campo energetico

  • Una turbina bloccata in una crisi energetica tra Occidente e Russia
  • Schulz visita la centrale elettrica Siemens dove sono immagazzinate le turbine
  • Dice che le turbine sono pronte per essere rispedite in Russia
  • Il Cremlino: la documentazione della turbina non è ancora disponibile
  • Il Cremlino: il Nord Stream 2 potrebbe fornire gas quest’anno

Mülheim an der Ruhr, Germania (Reuters) – Il cancelliere tedesco Olaf Schulz ha dichiarato mercoledì che la Russia non aveva motivo di ritardare il ritorno di una turbina a gas a un gasdotto Nord Stream 1 che era in manutenzione in Canada ma da allora è rimasto bloccato. In Germania, di fronte alla crescente energia.

In piedi accanto a una turbina in visita a una centrale elettrica Siemens (ENR1n.DE) A Mülheim an der Ruhr, Schulze ha detto che era perfettamente funzionante e poteva essere restituito alla Russia in qualsiasi momento, a condizione che Mosca fosse disposta a riprenderlo.

Ha osservato da vicino il destino delle turbine da 12 metri (13 yard) mentre i governi europei hanno accusato la Russia di limitare le forniture di gas con pretesti fragili come rappresaglia per le sanzioni occidentali dopo l’invasione dell’Ucraina a febbraio.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Mosca lo nega e ha citato i problemi con la turbina come motivo dei ridotti flussi di gas attraverso il Nord Stream 1, che sono stati ridotti al 20% della capacità.

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha respinto i commenti di Schulz mercoledì, incolpando la mancanza di documentazione per aver interrotto il ritorno delle turbine in Russia.

Ha anche indicato la possibilità che l’Europa ottenga gas attraverso il gasdotto Nord Stream 2, un progetto guidato da Mosca che è stato interrotto dall’Occidente quando la Russia ha inviato truppe in Ucraina. Leggi di più

READ  Guerra in Ucraina: l'editore russo Dmitriy Muratov ha attaccato il premio Nobel con vernice rossa 'sulla posizione dell'Ucraina' | notizie dal mondo

I movimenti delle turbine erano avvolti dal segreto e la loro ubicazione era sconosciuta fino a martedì sera, quando è stata annunciata la visita del consulente alla Siemens Energy.

“La turbina funziona”, ha detto Schulz ai giornalisti, dicendo ai giornalisti che lo scopo della sua visita era mostrare al mondo che la turbina funzionava e che “non c’è niente di misterioso da notare qui”.

“È molto chiaro e semplice: la turbina c’è e può essere consegnata, ma qualcuno deve dire ‘Voglio prenderla’”.

Anche se la Russia recuperasse la turbina, Schulz ha avvertito che la Germania potrebbe affrontare ulteriori turbolenze in futuro e che i contratti di fornitura potrebbero non essere rispettati.

Ha anche affermato che “ha senso” che la Germania mantenga in funzione le sue tre centrali nucleari rimanenti dopo la chiusura pianificata alla fine del 2022, un cambiamento di politica che è stato sostenuto dal rischio di tagliare completamente il gas russo. In inverno.

stiamo insieme

Direttore senior di Gazprom, controllata dal Cremlino (GAZP.MM) Ha affermato che la consegna della turbina dopo la manutenzione non era in linea con il contratto e che è stata inviata in Germania senza il consenso della Russia. Leggi di più

Insieme a Schulz, Christian Brosch, CEO di Siemens Energy, ha confermato che i colloqui con Gazprom erano in corso “ma senza un accordo”.

Il crollo delle forniture di gas e l’impennata dei prezzi hanno suscitato avvertimenti di recessione per l’economia tedesca, la più grande d’Europa, e hanno sollevato timori per la carenza di energia e il razionamento invernale.

Dopo essere stato costretto a salvare Uniper (UN01.DE) Quando è diventato una delle prime vittime della crisi del gas, hanno detto mercoledì a Reuters fonti, il governo Schulz dovrà adeguare le sue riforme energetiche di recente introduzione. Leggi di più

READ  Argentina earthquake: 6.4 earthquake strikes San Juan Province, no tsunami warning issued

Schulze ha invitato i tedeschi a rafforzarsi a causa delle bollette elevate e il suo governo li ha esortati a risparmiare energia quando possibile, come fare una doccia più breve.

“Questo è ora un momento in cui dobbiamo stare uniti come Paese. Ma è anche un momento in cui possiamo mostrare di cosa siamo capaci”, ha detto.

Ma ha scelto di non rispondere alle domande sul suo predecessore socialdemocratico, l’ex cancelliere Gerhard Schroeder, che in Germania era sempre più deriso per le sue opinioni filo-russe e per l’amicizia con il presidente Vladimir Putin.

Schroeder ha detto che la Russia era pronta per un accordo negoziato per porre fine alla guerra in un’intervista pubblicata mercoledì dopo essersi recato in Russia per incontrare Putin la scorsa settimana. Leggi di più

Peskov ha detto che Putin ha detto a Schroeder che il Nord Stream 2 potrebbe fornire 27 miliardi di metri cubi di gas all’Europa entro la fine dell’anno se fosse autorizzato a funzionare.

“Putin ha spiegato tutto in dettaglio e l’ex consigliere ha chiesto se fosse possibile utilizzare Nord Stream 2 in una situazione critica”, ha detto Peskov. Putin non è stato l’iniziatore e Putin non si è offerto di farlo funzionare, ma Putin ha affermato che è tecnicamente fattibile e questo meccanismo complesso è pronto per l’uso immediato.

Schulze ha indicato che il Nord Stream 2 non sarebbe stato utilizzato come sostituto. “Abbiamo terminato il processo di approvazione per una buona ragione”, ha detto Schultz. “C’è abbastanza capacità nel Nord Stream 1, non c’è carenza.”

Reporting di Christoph Stitz Scrittura di Kirsty Knoll e Mathias Williams Montaggio di Madeline Chambers ed Elaine Hardcastle

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.