Il ponte di Baltimora è stato fatto saltare in aria durante una demolizione controllata

  • Scritto da Rachel Luker e Mike Wendling
  • notizie della BBC

Spiegazione video, Guarda: Baltimora Bridge demolito da esplosioni controllate

Parte di un ponte crollato a Baltimora è stato intenzionalmente distrutto, aprendo la strada al possibile ritorno completo delle navi attraverso una delle rotte marittime più trafficate degli Stati Uniti.

Una nave si è scontrata con il Francis Scott Key Bridge il 26 marzo, provocandone il crollo e la morte di sei operai edili.

L'operazione di demolizione avvenuta lunedì ha distrutto parti del ponte crollato.

L'operazione è stata rinviata nel fine settimana a causa delle avverse condizioni meteorologiche.

Il Francis Scott Key Bridge è crollato dopo la collisione con il mercantile Daly, che ha perso potenza e ha virato fuori rotta.

La collisione ha causato la caduta di circa 4.000 tonnellate di detriti nel fiume Patapsco.

La nave da 948 piedi (289 m) è rimasta sul posto dopo l'incidente ed è ricoperta dai rottami metallici del ponte. Un totale di 21 membri dell'equipaggio, la maggior parte provenienti dall'India, rimangono a bordo della Dali e si occupano della manutenzione della nave. Lunedì i membri dell'equipaggio si sono rifugiati a bordo della nave durante l'esplosione controllata.

Le autorità hanno affermato che la demolizione è avvenuta secondo i piani. Ciò è avvenuto dopo che il corpo della sesta e ultima vittima dell'incidente è stato recuperato la settimana scorsa.

Poco dopo le 17:00 ET (21:00 GMT) si è sentita una forte esplosione e pezzi del ponte sono caduti in acqua.

I funzionari hanno detto di aver usato la detonazione controllata per effettuare un taglio preciso, sperando di liberare Daly, che sarebbe tornato al porto di Baltimora.

Il porto, che movimenta una varietà di merci ed è il più trafficato del paese per il trasporto di automobili, è stato chiuso dopo il crollo, anche se alcune spedizioni sono riprese attraverso canali temporanei. Il Corpo degli Ingegneri dell'Esercito degli Stati Uniti ha dichiarato che intende ripristinare la piena capacità entro la fine di maggio.

Lunedì scorso, in una conferenza stampa, i funzionari hanno affermato di sperare di spostare la nave entro due giorni.

“Dopo aver effettuato il taglio preciso, torneremo indietro ed esamineremo nuovamente il canale e anche intorno a Daly per assicurarci che non ci siano ostacoli provenienti da quel taglio preciso che potrebbero interferire con il traffico”, ha detto l'ammiraglio della guardia costiera degli Stati Uniti. Shannon Gilreath. “Poi riapriremo il canale di accesso limitato al traffico in quell'orario specifico.”

Le autorità del Maryland stimano che la ricostruzione del ponte costerà 1,9 miliardi di dollari (1,5 miliardi di sterline) e richiederà più di quattro anni.

Il segretario ai trasporti Pete Buttigieg ha dichiarato alla BBC la scorsa settimana che la chiusura del canale ha “certamente” influenzato le catene di approvvigionamento.

L'FBI e il National Transportation Safety Board stanno indagando sull'incidente.

La città di Baltimora ha citato in giudizio gli armatori della nave, Grace Ocean Private Limited, e il suo gestore, Synergy Marine Private Limited, accusandoli di grave negligenza e imprudenza. Le società hanno chiesto al tribunale di limitare la loro responsabilità per l'incidente.

READ  Foto aeree scioccanti rivelano una devastazione simile a una zona di guerra nella città più calda del Canada dopo un enorme incendio appiccato da un treno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *