Microsoft, Intel, Snap e altri hanno licenziato i dipendenti

Foto: iStock

La riduzione dei posti di lavoro ha avuto luogo in tutto il mondo e non solo in India. Gadgets ora riporta che secondo Crunchbase News Italy, a ottobre 2022, oltre 45.000 lavoratori sono stati annunciati finora dalle principali aziende tecnologiche negli Stati Uniti.
Secondo il rapporto, Microsoft, Intel e Snap sono state tra le società tecnologiche che hanno licenziato i propri dipendenti e l’elenco delle società include: Seagate, Intel, Microsoft, Twitter, Coinbase, Netflix, Snap, Shopify, Lyft, Stripe e Opendoor. Hai menzionato che durante la pandemia ci sono molte aziende nell’elenco che hanno registrato una crescita inaspettata a causa della spesa online e anche i CEO hanno affermato di aver assunto troppo.
Il produttore di dischi rigidi Seagate ha annunciato un taglio dell’8% della sua forza lavoro globale, ovvero circa 3.000 dipendenti, citando una domanda inferiore da parte sua e l’incertezza economica. Allo stesso modo, Intel sta tagliando posti di lavoro e sta spendendo per nuovi piani per risparmiare 3 miliardi di dollari l’anno prossimo.

Un’altra filiale di Microsoft ha annunciato che sta licenziando altri dipendenti dell’azienda e ha tagliato meno dell’1% del suo personale e quest’anno Twitter ha licenziato metà dei suoi dipendenti. Coinbase ha ridotto i posti di lavoro di ca. 1100 dipendenti. Netflix, la piattaforma di streaming online ha ridotto i posti di lavoro a circa 500 dipendenti mentre Snap Inc e Shopify hanno tagliato i posti di lavoro a circa 1.000 dipendenti. Lyft ha licenziato 700 dipendenti o licenziato il 13% della sua forza lavoro.

Le ultime due società – Stripe e Opendoor – hanno tagliato posti di lavoro a circa 8.000 persone e circa 550 persone nella forza lavoro. Quest’anno ci sono stati licenziamenti di massa e tagli di posti di lavoro in aziende in India e nel mondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.