Lewis Hamilton è rimasto rosso in viso al Gran Premio d'Italia ed è stato subito costretto a pagare per i commenti | F1 | gli sport

Lewis Hamilton ha attirato molte critiche questo fine settimana dopo i suoi commenti sui compagni di squadra di Formula 1 di Max Verstappen. Il sette volte campione del mondo si è sentito in imbarazzo dopo le qualifiche di sabato, visto che ha concluso tre posizioni dietro al compagno di squadra olandese Sergio Perez.

Il leggendario britannico aveva precedentemente insistito sul fatto che i compagni di squadra di Verstappen in Formula 1 erano molto più deboli di quelli che aveva affrontato durante il suo periodo in questo sport, dove Hamilton affrontava e batteva giocatori del calibro di Fernando Alonso, Nico Rosberg e Jenson Button. .

Sfortunatamente per Hamilton, quelle parole tornarono a perseguitarlo più tardi nel fine settimana. Il britannico ha stabilito il ritmo più veloce in pista nella Q1, ma ha faticato a replicare lo stesso ritmo negli altri due turni di qualificazione.

Parlando a Sky Sports F1 riguardo al dominio dell'olandese in questa stagione, Hamilton ha spiegato: “Non sono più impressionato di quanto lo fossi quando Michael… [Schumacher] Era davanti, quando Sebastian era davanti e quando c'era Kimi [Raikkonen] Stava guidando l'auto, quando Fernando [Alonso] Stava vincendo, è la stessa cosa. penso che [Red Bull] La squadra nel suo insieme è una delle squadre più forti, sta sparando a tutti i livelli in questo momento.

Clicca qui per unirti alla nostra community WhatsApp per essere il primo a ricevere notizie esclusive sulla F1.

“La macchina è fantastica, i piloti stanno facendo un ottimo lavoro, sono molto costanti, la squadra ai box sta facendo un ottimo lavoro, i meccanici stanno facendo un buon lavoro, la strategia sta facendo un buon lavoro – nel momento esatto, puoi” non biasimarli.

READ  Simeon 'Simi Nwankwo: ha segnato in Italia, ma la Nigeria viene ignorata

“Secondo la mia opinione personale, tutti i miei compagni di squadra erano più forti dei miei compagni di squadra Max:Jenson [Button]Fernando, Giorgio [Russell]Valtteri [Bottas]Nico [Rosberg]. Ne ho avuti molti. Questi ragazzi sono stati tutti molto forti e molto costanti: Max non ha mai gareggiato contro nessuno del genere.

Quando è sventolata la bandiera a scacchi nella Q3, il 38enne è stato costretto ad accontentarsi dell'ottavo posto in griglia per la gara di domenica, mettendosi dietro ad Alex Albon della Williams e al debuttante della McLaren Oscar Piastri.

Ma, cosa ancora più importante, si è qualificato anche dietro Sergio Perez, le cui critiche all'inizio della settimana lo avevano preso di mira direttamente. Il sette volte campione del mondo si è qualificato anche dietro al compagno di squadra George Russell, che aveva corso a Hamilton per tutto il fine settimana.

Subito dopo questi commenti, questa deludente esibizione ha suscitato critiche e divertimento da parte di altri fan dei piloti, che si sono rivolti ai social media per esprimere i loro sentimenti. L'utente di X @DonnyVerstappen ha osservato: “Tutti gli (ex) compagni di squadra di Verstappen hanno superato Hamilton…”

Anche @kermitnirmit non è rimasto impressionato dal leggendario britannico, sottolineando: “Tutti gli ex compagni di squadra di Hamilton (e lo stesso Hamilton) sono dietro Perez anche nell'ordine gerarchico”, mentre @abrahams_kyle ha chiesto: “Dov'è di nuovo Hamilton? Esatto, dietro Williams, un 'esordiente', Perez “E il suo collega. Concentratevi su voi stessi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *