In Italia è stato avviato un secondo anno di controllo biologico della Drosophila suzukii

Sempre per il 2022 c’è il Ministero del Cambiamento Ambientale italiano Autorizzato alla pubblicazione Canaspis brasiliensis, Il parassita è stato importato nel 2020 Fondazione Edmund Mack Lo combatte Drosofila SuzukiMosca della frutta asiatica (Guarda la foto qui sotto)

Pubblicazione di Ganaspis Era stato avviato già a metà giugno a seguito di un primo decreto che ne consentiva l’avvio su siti già approvati nel 2021, ma all’inizio di questa settimana è arrivato all’assessorato provinciale all’Agricoltura di Trento il via libera definitivo per alcuni ulteriori siti.

Canaspis brasiliensis

Le zone di produzione comprendono le rinomate zone di ciliegio e frutti di bosco del Trentino: Valsugana (5 siti), Val d’Adige (4 siti), Vallacarina (1 sito), Valle dei Mozeni (1 sito), Altopiano di Bene (1 sito) . A seguito della nuova ordinanza ministeriale, il Trentino passerà da 12 a 20 siti di lancio. Gli 8 nuovi siti approvati sono in Val di Non, Val di Sole, Valle dei Laghi, Valle di Cembra, Altipiano della Vigolana, Giudicarie e Valsugana.

Oltre alle province di Trento e Bolzano, altre regioni che hanno finora partecipato al programma di lotta biologica sono Veneto, Val d’Aosta, Piemonte, Emilia Romagna, Campania, Sicilia e Puglia. Da quest’anno parteciperanno anche Lombardia e Toscana.

La notizia dell’espansione dei rilasci è stata accolta favorevolmente dalla Fondazione Edmund Mach, dove ricercatori e tecnici hanno trascorso mesi a riprodursi e moltiplicarsi in stanze di isolamento. GanaspisUn insetto originario dell’Estremo Oriente e innocuo per l’uomo.

La riconquista era possibile Ganaspis Nel 50% dei siti in cui gli insetti sono stati rilasciati l’anno scorso dopo la prima stagione di rilascio, l’elevata percentuale di questo parassita e la sua efficacia nel controllare la mosca della frutta asiatica.

READ  L'Italia dovrebbe dimenticare il successo di Euro 2020 e concentrarsi sulla qualificazione ai Mondiali

Un aumento del numero di siti entro il 2022 incoraggerà la diffusione di questo efficiente nemico naturale della mosca asiatica della frutta, riducendo nei prossimi anni le infestazioni di ciliegie e frutti di bosco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.