I voli sono stati interrotti e alle persone è stato detto di rimanere a casa mentre una tempesta di sabbia ha colpito il Medio Oriente | notizie dal mondo

Alla gente è stato detto di rimanere a casa e i voli sono stati interrotti in alcune parti del Medio Oriente dopo l’ultima di una serie di tempeste di sabbia senza precedenti che hanno spazzato la regione.

Le tempeste hanno portato migliaia di persone in Medio Oriente negli ospedali nelle ultime settimane, con almeno una persona morta in Iraq e tre in Siria.

Successive tempeste di sabbia hanno coperto anche parti dell’Iran, del Kuwait e dell’Arabia Saudita.

Esperti e funzionari incolpano il cambiamento climatico e le normative governative inadeguate.

I monsoni innescano tempeste di sabbia e sono tipici in tarda primavera e in estate.

Tuttavia, quest’anno si sono verificati quasi ogni settimana in Iraq da marzo.

Dalla capitale saudita Riyadh alla capitale iraniana Teheran, lunedì un cielo arancione brillante e una fitta coltre di sabbia hanno segnato un’altra giornata tempestosa in Medio Oriente.

E le autorità irachene hanno dichiarato oggi festa nazionale, esortando i lavoratori del governo ei residenti a rimanere nelle loro case in previsione di una tempesta tempestosa che ha colpito il Paese negli ultimi due mesi.

Una dichiarazione afferma che il Ministero della Salute aveva immagazzinato bombole di ossigeno nelle strutture nelle aree gravemente colpite.

“È una questione regionale, ma ogni Paese ha un diverso grado di vulnerabilità e vulnerabilità”, ha affermato Jaafar al-Jutiri, geoarcheologo dell’Università Al-Qadisiyah di Baghdad.

foto:
Lunedì, Baghdad ha colpito l’ultima tempesta di sabbia che ha inghiottito il Medio Oriente. Immagine: AP

La televisione di stato siriana ha affermato che i dipartimenti medici in Siria sono stati messi in allerta dopo che la tempesta di sabbia ha colpito la provincia orientale di Deir Ezzor, al confine con l’Iraq.

READ  Un camionista arrabbiato urtò ripetutamente il camion mentre due uomini gli lanciavano pali di metallo contro il parabrezza.

All’inizio di questo mese, una tempesta simile nella zona ha provocato la morte di almeno tre persone e centinaia sono state ricoverate in ospedale con problemi respiratori.

Il dottor Bashar al-Shuaibi, capo dell’ufficio del Ministero della Salute a Deir ez-Zor, ha detto alla televisione di stato che gli ospedali sono pronti e le ambulanze sono in allerta.

Ha detto che sono state fornite altre 850 bombole di ossigeno e farmaci necessari per curare i pazienti con asma.

Il 16 maggio una tempesta rende il cielo arancione nella città di Bassora, in Iraq.  Immagine: AP
foto:
Una tempesta rende il cielo arancione nella città di Bassora, in Iraq, il 16 maggio. Immagine: AP

Per la seconda volta questo mese, l’aeroporto internazionale del Kuwait ha sospeso tutti i voli lunedì a causa della polvere.

Il video mostrava strade in gran parte vuote con scarsa visibilità.

La Società meteorologica saudita riferisce che la visibilità scenderà a zero sulle strade della capitale, Riyadh, questa settimana.

I funzionari hanno avvertito i conducenti di muoversi lentamente.

L'Iraq è stato sottoposto a dieci tempeste di sabbia in due mesi.  Immagine: AP
foto:
L’Iraq è stato sottoposto a dieci tempeste di sabbia in due mesi. Immagine: AP

Questo mese i pronto soccorso della città sono stati allagati da 1.285 pazienti che si lamentavano di non essere in grado di respirare correttamente.

La scorsa settimana, l’Iran ha chiuso scuole e uffici governativi nella capitale, Teheran, a causa di una tempesta di sabbia che ha colpito il Paese.

È stato più colpito nella regione desertica sudoccidentale del Khuzestan, dove oltre 800 persone hanno cercato cure per difficoltà respiratorie.

Decine di voli dall’Iran occidentale sono stati cancellati o posticipati.

Le persone si coprono il viso durante una tempesta di sabbia a Baghdad.  Iraq il 16 maggio.  Immagine: AP
foto:
Le persone si coprono il viso durante una tempesta di sabbia a Baghdad. Iraq il 16 maggio. Immagine: AP

La colpa è delle tempeste di polvere e del grave inquinamento atmosferico, con un importante esperto ambientale che dice ai media locali che i cambiamenti climatici, la siccità e la cattiva gestione delle risorse idriche da parte del governo sono responsabili dell’aumento delle tempeste di sabbia.

READ  La Gran Bretagna impone sanzioni all'oligarca russo Gennady Timchenko e a cinque banche

L’Iran ha esaurito le sue zone umide per l’agricoltura, una pratica comune nota per produrre polvere nella regione.

Alireza Sharia, capo della Società iraniana degli ingegneri idrici, ha detto il mese scorso all’agenzia di stampa semi-ufficiale iraniana ILNA che si aspetta che vaste tempeste di sabbia diventino un “fenomeno primaverile annuale” in un modo che l’Iran non ha mai visto prima.

Il signor Al-Joutiri ha affermato che la desertificazione, esacerbata da un calo record delle precipitazioni in Iraq, sta esacerbando le tempeste. In un paese di pianura con molte aree desertiche, l’effetto è circa doppio, ha affermato.

Ha aggiunto: “A causa di 17 anni di cattiva gestione dell’acqua e urbanizzazione, l’Iraq ha perso più di due terzi della sua copertura verde”, ha affermato. Questo è il motivo per cui gli iracheni si lamentano più dei loro vicini delle tempeste di sabbia nelle loro aree.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.