I ricercatori propongono un villaggio gonfiabile sulla luna

Illustrazione di strutture gonfiabili sepolte nella regolite lunare.

Illustrazione di strutture gonfiabili sepolte nella regolite lunare.
Una precisazione: Thomas Herzeg et al.

Gli umani tornano sulla luna, questa volta lottando per la sopravvivenza. Agenzia della NASA Programma Artemide Promuove una visione sostenibile per le persone che vivono sopra e intorno alla Luna, che guida alcune idee davvero innovative su come raggiungere questo obiettivo.

gruppo di ricercatori percezioni Strutture di serre gonfiabili collegate tra loro a formare un “villaggio”, con grandi specchi installati in cima per fornire luce solare. cellula remota, Un’azienda austriaca progetta strutture gonfiabili ispirate alle cellule biologiche, recentemente presentate idea alla piattaforma per l’innovazione nello spazio aperto dell’Agenzia spaziale europea.

Il progetto, sapientemente intitolato PneumoPlanet, comprende: Il progetto di un habitat lunare in due regioni situate ai poli sud e nord della luna. “Questi siti forniscono condizioni di illuminazione ideali e si trovano vicino alle PSR (aree permanentemente ombreggiate), che hanno un’alta probabilità di contenere ghiaccio d’acqua vicino alla superficie”, ha affermato il team di ricercatori responsabili del progetto. Ha scritto. Entrambe le strutture funzioneranno serre E il zone giorno.

Prerequisito per la costruzione L’habitat lunare è che il materiale deve essere leggero in quanto verrà trasportato dalla Terra alla Luna. Dovrebbe anche essere facilmente assemblato Non appena arriva questo materiale La superficie della luna e la struttura Devi avere una camera stagna che sia ermetica.

L’antenna sarà trasportata come una struttura prefabbricata sulla luna Poi in seguito si è gonfiato una volta arrivato lì. Quando completamente gonfiate, le strutture dovrebbero essere ricoperte con circa 16 piedi (5 metri) di regolite lunare come forma di isolamento termico tra le basse temperature sulla luna e all’interno dell’unità, nonché protezione dalle radiazioni cosmiche. Fortunatamente, la polvere sulla luna non manca.

Le strutture stesse sono larghe circa 72 piedi (22 m) e sono progettate per connettersi tra loro attraverso un sistema di tunnel, dove più serre possono essere collegate man mano che l’habitat cresce. I ricercatori immaginano un villaggio lunare con circa 16 unità. Sopra ogni unità c’è una torre che contiene uno specchio leggero in lamina argentata per illuminare la serra. SSforzerai gli specchi Traccia il sole attraverso il cielo, dirigendo la luce solare verso un cratere artificiale Riflette la luce attraverso un altro specchio a forma di cono e la diffonde attraverso la serra.

L’idea è che i futuri residenti lunari coltivino il proprio cibo all’interno di queste strutture. “L’habitat dovrebbe funzionare in modo autosufficiente a lungo termine producendo e riciclando il proprio ossigeno e cibo all’interno di grandi serre e utilizzando quasi esclusivamente l’energia della radiazione solare”, hanno scritto i ricercatori.

Per testarlo, il team vuole costruire un prototipo sulla Terra e vedere come si comporta bene prima di portare un gruppo di case gonfiabili in un viaggio sulla superficie lunare.. Il nostro futuro sulla luna sembra luminoso e gonfiabile.

Di più: Il Giappone vuole portare la gravità artificiale sulla luna

READ  I nuovi sacchi a pelo della NASA potrebbero prevenire lo "schiacciamento" del bulbo oculare sulla Stazione Spaziale Internazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.