Al G-20, Modi ha un tiro laterale con Biden, scambiando saluti con Xi

Nuova Delhi: A margine del vertice del G-20, il primo ministro indiano Narendra Modi ha fatto una breve passeggiata con il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, mentre martedì parlavano dell’Ucraina e scambiavano i saluti con il presidente cinese Xi Jinping.

Un comunicato stampa del ministero degli Affari esteri (MEA) afferma che Modi ha incontrato Biden a “margine” del vertice dei leader del G20, dove “hanno esaminato l’approfondimento in corso del partenariato strategico India-USA”. Comprensibilmente, l’incontro non è stato un incontro individuale organizzato, ma piuttosto una conversazione tenuta in movimento.

C’è stata anche una discussione separata a tre tra Biden, Modi e l’ospite del G20, il presidente indonesiano Joko Widodo.

Fonti ufficiali hanno affermato che Modi e Xi “si sono scambiati convenevoli a conclusione della cena” in seguito, ma non sono stati rilasciati ulteriori dettagli. I due leader avevano precedentemente partecipato al vertice dell’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai a settembre a Samarcanda.

Modi ha anche incontrato il primo ministro britannico Sunak, la prima interazione faccia a faccia tra loro da quando è salito al potere il mese scorso. “I primi ministri @narendramodi e RishiSunak in conversazione durante il primo giorno del vertice @g20org a Bali”, ha detto l’ufficio del primo ministro in un altro tweet.

MEA ha rilasciato due comunicati stampa separati sull’incontro di Modi con Biden e sul terzo tête-à-tête.

Il ministero degli Esteri ha osservato che i due leader sono soddisfatti della stretta collaborazione tra India e Stati Uniti in nuovi raggruppamenti come il Quartetto e I2U2. “Hanno esaminato il continuo approfondimento del partenariato strategico India-USA, compresa la cooperazione in settori orientati al futuro come tecnologie critiche ed emergenti, informatica avanzata, intelligenza artificiale, ecc..” Lo afferma la dichiarazione della Middle East Airlines.

READ  Le 7 migliori cose da fare negli Aztechi

Inoltre, i due leader hanno discusso di “sviluppi globali e regionali di attualità”, che si riferisce al conflitto in Ucraina e alle sue conseguenze.

Il primo ministro Modi ha ringraziato il presidente Biden per il suo continuo sostegno al rafforzamento della partnership India-USA. Ha espresso fiducia che i due paesi continueranno a mantenere uno stretto coordinamento durante la presidenza indiana del G20.

Mentre il quartetto comprende India, Stati Uniti, Australia e Giappone, i membri di I2U2 sono Stati Uniti, Emirati Arabi Uniti e Israele.

L’India fa attualmente parte della troika del G20 (le presidenze attuali, passate e future del G20) che comprende Indonesia, Italia e India.

Il leader indiano dovrebbe tenere mercoledì incontri bilaterali strutturati con i suoi omologhi di Regno Unito, Francia, Indonesia, Spagna, Singapore, Germania, Italia e Australia.

La Casa Bianca non ha rilasciato una dichiarazione sull’incontro bilaterale tra India e Stati Uniti, ma ha rilasciato una breve dichiarazione sull’incontro Tiro su tre lati.

“Di fronte a sfide globali significative, i leader hanno discusso di come il G20 continui a dimostrare la sua capacità collettiva di riunire le principali economie per promuovere una crescita sostenibile e inclusiva nelle nostre economie e oltre, affrontare le crisi climatiche, energetiche e alimentari in corso, rafforzare la architettura sanitaria globale e trasformazione tecnologica avanzata”, afferma la dichiarazione degli Stati Uniti.

letture indiane Ha anche confermato che le discussioni ruotano attorno al Gruppo dei Venti.

L’Agenzia per il Medio Oriente ha affermato che il primo ministro indiano ha parlato dell’importanza del vertice del G20 per lavorare per superare le sfide globali. Ha anche osservato che l’India darà “voce ad altri paesi in via di sviluppo durante la sua presidenza”.

READ  Mega Millions prize rises to $ 970 million

Nel frattempo, l’incertezza prevale sull’adozione della dichiarazione congiunta del G20 mercoledì.

Il Reuters L’agenzia di stampa aveva riferito che una bozza di dichiarazione indicava che la maggior parte dei paesi “condanna fermamente” l’invasione dell’Ucraina. Nel documento si legge anche che ci sono “altre opinioni e diverse valutazioni della situazione e delle sanzioni”.

Secondo l’agenzia di stampa statale russa TASSIl Progetto di dichiarazione comune Ha anche detto: “Il pomeriggio di oggi non dovrebbe essere una guerra”.

La dichiarazione congiunta deve essere adottata per consenso. Pertanto, qualsiasi divisione sulla lingua potrebbe portare alla conclusione del vertice, il primo dall’invasione dell’Ucraina, senza un annuncio.

(con input dell’agenzia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.