SuperyachtNews.com – BUSINESS – Le autorità hanno confermato il carburante duty-free in Italia

L’Autorità doganale italiana ha confermato il ricorso all’esenzione dalle accise sul carburante per le navi noleggiate …

L’Autorità doganale italiana ha confermato che l’applicazione di un’esenzione dall’imposta sui consumi sui carburanti per gli yacht commerciali di lusso che svolgono attività di charter alle condizioni e procedure previste in passato, ovvero una navigazione efficiente in alto mare per oltre il 70 per cento dei i viaggi della nave charter.

“Questo importante risultato è stato raggiunto grazie alla richiesta di consulenza legale avanzata da tre associazioni aderenti all’iniziativa da un gruppo di 10 fornitori italiani di carburanti, che hanno resistito e affrontato l’incertezza sollevata dalle procedure di violazione avviate dalla Corte di giustizia delle Comunità europee. Unione, con il pretesto che l’esenzione italiana dalle accise per le imbarcazioni da diporto non è conforme all’articolo 14 della direttiva 2003/96 / CE (la cosiddetta direttiva energia), spiega Carla Bellini di Piana, Ilotsi, Quiriolo, Trapattoni.

La richiesta di consulenza legale è stata presentata alcune settimane fa da Santacroce & Partners, con il supporto di Carla Bellini, che ha inoltrato la richiesta di consulenza legale al Servizio delle Dogane Italiane. Nella sua risposta, il Servizio doganale italiano ha affermato la legalità del regime di esenzione per quanto riguarda gli oneri di produzione sugli yacht a carburante che operano l’attività di charter. Fortunatamente la risposta è arrivata in tempo per la rinuncia da attuare in Italia per la stagione estiva 2021 nel Mediterraneo.


Se ami leggere la stampa di alta qualità per gli editori su SuperyachtNews.com, adorerai le loro opinioni e commenti sorprendenti e penetranti sul Super Yacht Report. Se non l’hai letto prima, clicca qui Per richiedere una copia di esempio, è un “rapporto che vale la pena leggere”. Se sai quanto è buono, clicca qui Per iscriversi – è un “rapporto che vale la pena pagare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.