Sospetto trafficante di migranti afgano arrestato nel nord Italia

Le autorità italiane hanno arrestato un cittadino afgano accusato di traffico di migranti attraverso il confine del Paese con la Francia. L’uomo è stato arrestato domenica nell’Alta Val di Susa, al confine con la Francia.

Un cittadino afgano è stato arrestato dalla polizia nel nord-ovest dell’Italia domenica (31 ottobre) con l’accusa di essere un trafficante che ha aiutato i migranti ad attraversare segretamente il confine francese. È stato arrestato dopo le indagini della Polizia di frontiera.

Se ne accorse un gruppo di stranieri in attesa di un buon momento nei loro veicoli nelle foreste della regione di Sulfurtrant. Al momento dell’arresto, sei di loro erano già all’interno della roulotte e altri nove stavano aspettando.

I camionisti non avevano idea di cosa stesse succedendo. Gli stranieri sono stati portati in una stazione di polizia di frontiera per l’identificazione e l’assistenza. L’Afghanistan è stato arrestato con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione irregolare.

Bardonecchia ha visto 200 denunce e 168 arresti in un anno

Secondo la polizia di frontiera italiana che ha effettuato gli arresti, quest’anno sono 200 le persone denunciate alla polizia a seguito delle operazioni della polizia di frontiera di Bartonecchia per combattere l’immigrazione irregolare. Altre 168 persone sono state arrestate e 781 cittadini stranieri sono stati ammessi al rientro nel Paese.

L’ufficio di polizia è operativo dal 28 giugno 2021 e opera con il controllo delle frontiere tra Italia e Francia.

Le sue operazioni si basano su un sistema di cooperazione e scambio di informazioni con i loro omologhi francesi, compresi i pattugliamenti congiunti sugli assi montuosi di Freges, Monginevro e Monsenicio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.