Le immagini mostrano che il telescopio spaziale James Webb della NASA è stato danneggiato dopo essere stato fracassato da una roccia spaziale

Nuove immagini rivelate in un nuovo rapporto mostrano che il danno allo specchio principale del James Webb Telescope causato da un piccolo colpo di meteorite a maggio è peggiore di quanto inizialmente pensato.

Documento pubblicato martedì Server di prestampa accademica arxiv.org Ha rivelato in dettaglio sulle prestazioni di Webb mentre il telescopio era in funzione che la maggior parte dei colpi di micro-meteorite sul grande specchio Webb hanno causato danni minori, ma l’attacco di metà maggio ha lasciato il telescopio con danni permanenti.

“L’impatto di un singolo meteorite minore verificatosi dal 22 al 24 maggio 2022 UT ha superato le precedenti previsioni di messa in scena per i danni causati da un singolo meteorite minore, portando a ulteriori indagini e modelli da parte del progetto JWST”, afferma il rapporto.

A differenza del telescopio spaziale Hubble, che racchiude lo specchio primario utilizzato dal telescopio per raccogliere la luce e focalizzare la luce sugli strumenti scientifici in un guscio cilindrico, lo specchio diviso di 6,5 metri del Webb è esposto nello spazio. Ma osservando l’orbita di Webb attorno al Lagrange Point 2, o L2, una regione dello spazio a circa un milione di miglia dalla Terra, gli scienziati si aspettavano che Webb incontrasse una piccola meteora potenzialmente pericolosa una volta al mese.

Durante il periodo di messa in servizio da fine gennaio a giugno, durante il quale i controllori di terra hanno calibrato, allineato e testato gli specchi e gli strumenti di Webb, lo specchio primario è stato sottoposto a sei precisi colpi di meteorite.

Di questi, cinque hanno causato pochi danni, causando meno di 1 nm di errore del fronte d’onda del quadrato medio (RMS), che è un modo tecnico per descrivere quanto uno specchio Webb distorce la luce delle stelle che lo specchio raccoglie. La maggior parte della distorsione aggiunta da quei cinque tratti fuori dallo specchio può essere corretta, poiché i 18 segmenti esadecimali che compongono la sua faccia possono essere regolati individualmente e con precisione.

READ  SpaceX Crew Dragon per la missione orbitale tutta civile ha un fantastico bagno

Ma il sesto colpo, colpendo una clip dello specchio chiamata C3, ha causato più danni che potrebbero essere completamente corretti. Questo colpo di micrometeore ha sollevato l’errore del fronte d’onda del settore da 56 nm a 178 nm dopo la correzione modulando la sezione.

Poiché ogni clip dello specchio è regolabile, il danno al segmento C3 può essere compensato e non ha influito sulla precisione dello specchio Webb sottostante nel suo insieme, secondo il rapporto. L’errore complessivo del fronte d’onda dell’intero specchio è aumentato di circa 9 nm a causa dell’impatto.

“Non è ancora chiaro se il colpo di maggio 2022 della Sezione C3 sia un evento raro (cioè uno sfortunato sciopero anticipato di una piccola meteora ad alta cinetica che può verificarsi statisticamente solo una volta ogni diversi anni)” o se potrebbe essere telescopio è più suscettibile ai danni da micrometeoriti rispetto ai precedenti modelli di lancio”.

Il rapporto prosegue osservando che il team del progetto Webb sta valutando misure per mitigare futuri attacchi di micrometeoriti, come determinare per quanto tempo il telescopio può essere puntato in direzioni note per esporre lo specchio a una maggiore probabilità di attacchi di micrometeoriti.

Mantenere la salute a lungo termine del telescopio Webb è una priorità assoluta per la NASA e gli astronomi di tutto il mondo.

Dopo oltre 20 anni e 10 miliardi di dollari di sviluppo, il telescopio spaziale è stato lanciato su un razzo Ariane 5 il giorno di Natale. Questo lancio è stato più accurato del previsto, fornendo un’ampia motivazione a Webb che avrebbe usato per correggere la sua traiettoria dopo il lancio e ha quasi raddoppiato la vita operativa prevista dell’osservatorio, purché le rocce spaziali non ne rovinassero l’ottica.

READ  La NASA depositerà presto il lander Insight su Marte

“Prima del lancio, il JWST doveva trasportare un propulsore per un minimo di 10,5 anni di vita della missione”, si legge nel rapporto. “Ora che JWST è in orbita attorno a L2, è chiaro che il propellente rimanente durerà più di 20 anni della vita della missione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.