“Segretario malvagio”, 97 anni, che ha lavorato in un campo di concentramento nazista in attesa di condanna | notizie dal mondo

Il 97enne ex segretario del comandante delle SS in un campo di concentramento potrebbe essere l’ultima persona mai processata per crimini di guerra nazisti.

La “segretaria del male” aveva solo 18 anni quando andò a lavorare per il comandante del campo di Stutthof, dove furono uccise più di 60.000 persone.

Irmgard Forchner è sotto processo da oltre un anno e oggi è previsto un verdetto.

È accusata di essere coinvolta in 11.412 omicidi durante il suo periodo di lavoro nel campo, che si trovava vicino a quella che oggi è Danzica in tempi moderni. Polonia.

I pubblici ministeri affermano che “ha aiutato e incoraggiato i funzionari del campo nell’uccisione sistematica di coloro che vi erano stati imprigionati tra il giugno 1943 e l’aprile 1945 mentre lavorava come stenografa e dattilografa nell’ufficio del comandante del campo”.

Forchner, che in gran parte si è rifiutata di rispondere alle domande durante il processo, ha detto nella sua dichiarazione conclusiva che si rammarica di quello che è successo e si rammarica di essere lì in quel momento.

immagine:
Fino a 100.000 persone potrebbero essere state deportate a Stutthof durante la guerra. Nella foto: Martin Bulgak

Un altro processo per crimini di guerra nazisti?

“Questo è probabilmente l’ultimo processo ai crimini di guerra nazisti”, ha detto il professor Rainer Schulze, storico tedesco e professore emerito all’Università dell’Essex.

Nel caos che scoppia alla fine della seconda guerra mondiale, molti nazisti di alto rango sono fuggiti all’estero, mentre altri sono tornati alle loro vite normali.

Negli ultimi anni, in particolare dopo il cambiamento della legge tedesca, ci sono stati un certo numero di ex guardie e personale dei campi di concentramento tra gli 80 ei 90 anni che sono stati perseguiti per crimini di guerra sotto il regime nazista.

READ  Le memorie di Jared Kushner sono state chiamate "senza anima" nella prima brutale recensione

Leggi di più:
Ex guardia nazista, 93 anni, colpevole di omicidi di massa nei campi di concentramento
I sopravvissuti all’Olocausto affrontano il passato in un tour reale del campo di concentramento di Stutthof

In questa foto scattata il 18 luglio 2017, il cancello principale in legno conduce all'ex campo di concentramento nazista tedesco Szczytow a Szczetowo, in Polonia.  Un'ex guardia delle SS sarà processata in Germania per complicità nell'omicidio per aver prestato servizio ai nazisti & # 39;  Campo di concentramento di Stutthof.  Il 94enne, che non è stato identificato a causa delle leggi tedesche sulla privacy, è accusato di aver lavorato come guardia nel campo dal giugno 1942 all'inizio di settembre 1944 (AP Photo/Czarek Sokolowski)
immagine:
Il principale cancello di legno al campo di concentramento di Stutthof vicino a Danzica, Polonia. foto: AP

Campo di concentramento di Stutthof

Fino a 100.000 persone potrebbero essere state deportate a Stutthof durante la guerra.

Dietro le recinzioni di filo spinato elettrificato circostanti, le condizioni erano dure.

Molti prigionieri morirono nelle epidemie di tifo che devastarono la popolazione, mentre furono uccisi coloro che le guardie consideravano deboli o malati.

Stutthof è ricordato anche per i suoi ultimi giorni all’avvicinarsi dell’Armata Rossa sovietica e per gli orribili eventi accaduti quando le guardie del campo trasportarono migliaia di prigionieri con il pretesto dell'”evacuazione”.

“Li hanno messi su piccole barche che hanno spinto nel Mar Baltico”, ha detto il professor Schulz.

“Le persone sono morte in quelle barche per l’esposizione alla luce solare, senza acqua, senza cibo”, ha detto a Sky News.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.