Momento terrificante in cui un manichino prende fuoco e rimane con ustioni di terzo grado mentre viene curato con medicine alternative per aiutarla la digestione in Thailandia

  • La donna, identificata solo come Game, è stata sottoposta a un trattamento termico tailandese chiamato Phao Ya che prevede la combustione di erbe sullo stomaco per favorire la digestione.
  • Ma il filmato mostra che il trattamento è andato terribilmente storto e l’incendio si è propagato rapidamente
  • ***Avvertenza: contiene contenuto grafico***



Questo è il momento terrificante in cui una paziente ha preso fuoco mentre era sottoposta a un trattamento di medicina alternativa in Thailandia, lasciandola con ustioni di terzo grado.

La modella, identificata solo dal soprannome Jim, è andata in una clinica per provare un trattamento termico tailandese chiamato Phao Ya, che prevede la combustione di erbe sullo stomaco per favorire la digestione.

Nel filmato dell’incidente, all’inizio sembrava molto a suo agio, parlava con gli assistenti e sorrideva mentre giaceva sul letto con un asciugamano e una miscela di erbe sulla pancia.

Tuttavia, quando il medico ha utilizzato un accendino per accendere la miscela, le fiamme si sono diffuse quasi immediatamente ai suoi vestiti e alla copertura di plastica sottostante.

Il video la mostra mentre si contorceva e urlava di dolore quando sentiva il fuoco bruciarle la pelle, e il fuoco sembrava scoppiare da sotto la coperta che la copriva, diffondendosi lungo tutta la sua schiena in un batter d’occhio.

Un medico in Tailandia viene mostrato mentre accende erbe sullo stomaco di una donna pochi istanti prima che prenda fuoco, provocandole ustioni di terzo grado.
Sono state viste fiamme propagarsi sotto la copertura protettiva che ricopriva la donna durante il trattamento
Il video mostra la donna che si contorceva e urlava di dolore quando ha sentito il fuoco bruciarle sulla pelle, e sembrava che il fuoco stesse esplodendo da sotto la coperta che la copriva.

Rotolò dal letto sul pavimento mentre un’infermiera frenetica le teneva le mani e un’altra cercava di spegnere il fuoco con una coperta e poi un cuscino.

Incredibilmente, il medico si è ritirato in un posto sicuro in un angolo mentre il suo collega e l’amico della donna lottavano per spegnere l’incendio.

READ  Trump difende i rivoltosi che hanno minacciato di "impiccare Mike Pence" | Donald Trump

L’addetto alla reception ha spruzzato acqua sul giocattolo dal lavandino mentre un assistente ha usato dei cuscini per spegnere le fiamme finché non sono riusciti a tenere sotto controllo l’incendio presso la clinica di Bangkok, in Tailandia.

In una denuncia presentata al Ministero della Salute tailandese il 4 dicembre, la donna ha detto: “Ho sofferto molto. Temo che ciò influenzerà il mio lavoro. Tra un’altra settimana, dovrò lavorare di nuovo, ma non devono ancora ricevere cure in ospedale.

Game ha aggiunto che ha subito ustioni di terzo grado, che hanno portato alla comparsa di ulcere sulla maggior parte della schiena e sotto il seno, e ha dovuto curarle per due mesi perché erano molto dolorose.

Parlando in forma anonima tramite il suo avvocato, ha detto: “Sono dovuta restare a letto per due mesi. Sono stata comunque fortunata che non ci fosse infezione. Abbiamo usato l’assicurazione, ma i conti dell’ospedale erano costosi. La clinica non ci ha aiutato. E ora sta influenzando il mio lavoro.”

Game dice che ha subito ustioni di terzo grado, che hanno lasciato vesciche sulla maggior parte della schiena (nella foto) e sotto il seno, che ha dovuto curare per due mesi perché era molto doloroso.
Una donna dice che non può più lavorare a causa del suo infortunio (nella foto)

“Le mie cure sono ancora in corso e le mie ferite non sono ancora del tutto guarite. Nel frattempo, il loro caso non ha fatto progressi.

Ghim e il suo ragazzo hanno chiesto aiuto al famoso avvocato tailandese Gonch Pongpaipunwit, noto anche come Goon Gumbalang, che si è unito a loro nel presentare una causa contro la clinica, che secondo loro si rifiutava di assumersi la responsabilità dell’accaduto.

“La clinica e il medico si sono rifiutati di assumersi la responsabilità e si sono incolpati a vicenda”, ha detto Pongbaibunwit.

“La mia cliente ha dovuto sostenere da sola le spese ospedaliere e le sue ferite non sono nemmeno guarite. Io la sto aiutando a garantire che i responsabili paghino il giusto risarcimento.

READ  La condanna di Derek Chauvin non è motivo di celebrazione, afferma il procuratore capo del caso

Il dottor Rongroang Kitpathi, un funzionario del Ministero della Salute, ha detto che questa era la prima volta che ricevevano una denuncia sul trattamento termico tailandese.

Jim (a sinistra, con indosso una maschera) e il suo ragazzo hanno chiesto aiuto al famoso avvocato tailandese Juntosh Pongpaipoonwit (a destra), noto anche come John Gumbalang, che si è unito a loro nell’archiviare una causa contro la clinica, di cui secondo loro si rifiutava di assumersi la responsabilità. Quello che è successo?

Ha detto che il ministero indagherà sulla questione e ora sta raccogliendo informazioni sul medico che ha eseguito l’operazione fallita.

Phao Ya è una pratica di guarigione tradizionale tailandese che utilizza la terapia del calore e rimedi erboristici per trattare una varietà di disturbi fisici.

Una delle tecniche utilizzate nel Phao Ya è la moxibustione, che consiste nel bruciare l’artemisia essiccata su specifici punti di agopuntura nell’addome.

Si ritiene che aiuti la digestione e i dolori mestruali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *