Charlie McIntyre: nomination allo SPOTY Award per il giocatore di basket in carrozzina italiano

Charlie McIntyre si è formato alla Junior Academy del Chelsea prima che gli fosse diagnosticata una malattia all’anca all’età di sei anni.

Potrebbe avere qualche infortunio in più rispetto al solito, ma il giocatore di basket su sedia a rotelle Charlie McIntyre ama ogni minuto della dolce vita sportiva dopo essere passato alla squadra italiana della Dinamo Sassari.

Il 18enne di Southend ha trascorso due mesi in Sardegna, alla sua prima esperienza nel basket professionistico.

“È dura, sono molto fisici, in Inghilterra è l’esatto contrario”, ha detto. “Ma è fantastico, adoro davvero il tempo trascorso qui.”

Gli ultimi due anni sono stati un turbine di successi per il giovane.

Era nella squadra di basket inglese 3×3 che ha vinto medaglie di bronzo ai Giochi del Commonwealth del 2022 a Birmingham, ha aiutato la squadra britannica under 22 a vincere l’Home Nations Championship e ha alzato il trofeo della Premier League britannica con l’ex club dei London Titans.

La sua ascesa è stata segnata dalla recente aggiunta di I tre finalisti per il premio BBC Young Sports Personality of the Year, Qualunque cosa sia Presentato durante una cerimonia a Salford il 19 dicembre.

La sciatrice Mia Brooks e l’arciere Benny Healy erano gli altri candidati scelti dalla lista iniziale di 10.

Selezionati per ricevere il premio sono gli ex vincitori Wayne Rooney, Ellie Simmonds, Tom Daly, Claudia Fragabane, Phil Foden, Skye Brown e La vincitrice dello scorso anno, Jessica Kadirova.

“Voliamo a ogni partita in trasferta”

Fino ad allora continuerà il suo fitto programma per la Dinamo.

“Quando sono atterrato all’inizio di ottobre, c’erano ancora quasi 30 gradi, quindi all’inizio è stata come una piccola vacanza”, ha detto McIntyre. Lo ha detto la BBC Essex a Sport Extra.

READ  Belgio e Italia chiedono gli ultimi posti di basket 3x3 a Tokyo 2020

“È stato fantastico andare in spiaggia ed esplorare, ma da quando è iniziata la stagione le cose sono diventate un po’ più intense e non c’è stato molto tempo per rilassarsi.

“Dato che siamo sull’isola, dobbiamo volare per ogni partita all’estero, qualcosa che non ho mai dovuto fare. È emozionante.

“Posso dire di essere stato in molti posti in Italia adesso, ma non ne ho esplorato nessuno. Vivi su un’isola bellissima e dire che il tuo lavoro è far rimbalzare una palla sotto un albero, è bellissimo . Giusto.”

Ma come ha fatto a superare la barriera linguistica?

“Ho provato davvero tanto prima di arrivare qui. Ora sono qui, cercando di imparare mentre vado”, ha detto.

“Prima di scaricare app e passare molto tempo a usare la lingua, penso di aver imparato di più ascoltando le persone parlare che da qualsiasi app: di solito sono parole singole e quando cerchi di mettere insieme una frase non è giusto. “

Ruolo di comando

McIntyre è stato uno degli uomini di punta della squadra britannica per l’Home Nations Championship, un evento in cui ha segnato una media di 20 punti a partita, ma si è scoperto che si trattava tanto di riunirsi con gli amici quanto di gioco.

“Per quanto importante sia il basket, è bello uscire con i tuoi amici che vivono dall’altra parte del paese”, ha aggiunto.

“Cercare di organizzare le cose quando giocate tutti a basket ogni fine settimana e vivete a quattro ore l’uno dall’altro può essere molto impegnativo.

“In termini di basket, è una cosa davvero inaspettata perché non sappiamo come sarà la squadra. È molto interessante vedere come ci confrontiamo.

READ  Come l'Italia potrebbe eliminare gli All Blacks dalle fasi a gironi della Coppa del mondo di rugby

“Come leader della squadra, è stato davvero gratificante per me vedere come stanno crescendo alcuni dei ragazzi più giovani e meno esperti e quanto si sentissero a loro agio alla fine della partita”.

Una nomination agli SPOTY Award è la ciliegina sulla torta per McIntyre per quanto riguarda il 2023.

“Ho avuto il via libera dal mio club per rilasciarmi in quella data”, ha aggiunto.

“La nostra ultima partita è il 16, quindi ho intenzione di tornare a casa dopo la partita e tornare in tempo.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *