Migrante su un volo per il Ruanda “voleva morire” prima che il suo volo fosse cancellato all’ultimo minuto | Notizie del Regno Unito

“Ho perso il controllo del mio corpo e della mia mente. Non riuscivo ad alzarmi in piedi. Mi tremavano le mani. Ero terrorizzato”, ricorda il richiedente asilo iraniano Nassar Abdullah mentre era legato a un sedile dell’aereo e si preparava a decollare per il Ruanda.

“Volevano costringerci a entrare in Ruanda”, dice. “Ci hanno provato, ma alla fine non ha funzionato, grazie a Dio”.

Sono passati sei mesi da quando gli avvocati sono stati in grado di impedire all’ultimo minuto la partenza dell’aereo che trasportava Nassar e altri tre richiedenti asilo, costringendo invece la controversa politica del governo a rivolgersi ai tribunali.

Nassar e la sua famiglia ci hanno parlato prima di una decisione – imminente – sulla legalità del piano del governo.

“Ho ancora paura che qualcuno bussi alla mia porta, mi mandi al centro di espulsione e poi mi mandi in Ruanda”, dice Nassar.

Nassar afferma che le sue preoccupazioni riguardo al viaggio in Ruanda si basano sui “buoni rapporti” tra il paese africano e l’Iran.

“Se avessero intenzione di mandarmi in Ruanda, vorrei restare in Iran e mi uccidessero lì”, dice.

La sorella di Nassar, Shaan, dice che non riesce a pensare all'”incubo” che hanno avuto l’ultima volta che si è ripetuto.

“Come posso non essere preoccupata? La paura è ancora lì”, dice.

Il governo ritiene che l’invio di richiedenti asilo in Ruanda fungerà da deterrente per coloro che intendono attraversare il canale.

immagine:
Nasser è venuto nel Regno Unito per stare con sua sorella Shan

Nassar ammette che vorrebbe non essere venuto nel Regno Unito a causa di quello che gli è successo.

Ha attraversato la Manica in maggio su una piccola barca. Nassar afferma di essere stato politicamente attivo in Iran e di non aver avuto altra scelta che fuggire, lasciandosi alle spalle moglie e figlio, nella speranza che un giorno potessero raggiungerlo nel Regno Unito.

READ  La routine della Casa Bianca di Biden: dal caffè del mattino alla lettura dei discorsi dei cittadini prima di andare a letto

Ha usato i contrabbandieri per trasportarlo attraverso la Turchia e poi in Italia. Da lì raggiunse il nord della Francia.

Come molti altri richiedenti asilo, l’autista che ha attraversato la Manica ha dovuto raggiungere la famiglia nel Regno Unito, nel caso di Nassar, sua sorella Shan.

Ma una volta che Nassar è arrivato a Dover, le cose non sono andate come aveva sperato.

Pochi giorni dopo il suo arrivo, ha detto di aver ricevuto una lettera che gli diceva che correva il rischio di essere mandato in Ruanda.

Si ritiene che più di 100 richiedenti asilo abbiano ricevuto avvisi di intenti dopo che il governo lo ha annunciato Nuovo piano ad aprile per inviare richiedenti asilo in Ruanda per l’elaborazione.

I candidati prescelti rimarranno lì senza alcuna possibilità di tornare nel Regno Unito.

Più di 40.000 migranti hanno attraversato il canale quest’anno – un enorme aumento nel 2021 quando è stato meno di 29.000. Molti di loro collocati negli alberghi mentre le loro richieste sono in fase di elaborazione.

Un Boeing 767 al Ministero della Difesa Boscombe Down, vicino a Salisbury, che si ritiene sia l'aereo che porterà i richiedenti asilo dal Regno Unito al Rwanda.  Data foto: martedì 14 giugno 2022.
immagine:
Il Boeing 767 doveva trasportare i migranti in Ruanda

Alla fine, Nassar dice di essere stato una delle sole quattro persone che il ministero dell’Interno è giunto alla conclusione di essere salito a bordo di un aereo destinato a volare lì.

Nassar descrive come ha perso fisicamente il controllo quando è stato portato sull’aereo due mesi dopo essere arrivato nel Regno Unito. La data era il 14 giugno.

Dice: “Quattro ore prima che fossimo imbarcati, eravamo così nervosi. Il nostro avvocato ha detto che non poteva fare di più. Ho perso il controllo del mio corpo e della mia mente. Non riuscivo ad alzarmi. Mi tremavano le mani. Era terrorizzati. Hanno dovuto tenermi la mano per salire in macchina”.

READ  Troy Smocks è stato condannato a 14 mesi di carcere per aver fatto minacce durante le rivolte in Campidoglio

Una volta sull’aereo, Nassar descrive come lui e gli altri richiedenti asilo sono stati incatenati ai loro posti.

“Avevamo le manette intorno alle braccia e cinghie intorno alla vita”, dice. “Le nostre mani erano legate e non potevamo muoverci perché era così stretto. Potevamo usare la bocca solo per respirare e parlare”, dice.

“Ho sentito un vero shock. Non riuscivo a pensare chiaramente. Ero così triste e sconvolto. Ma non ho mai perso la speranza. Ho pensato, ‘No,’ il governo britannico non lo farà. Non potevo parlare. Il mio gli occhi erano chiusi e le lacrime mi rigavano il viso, e tutto quello che potevo fare era piangere.

“Mi sentivo come se stessi morendo. Volevo morire. Ogni secondo il mio dolore peggiorava. Lo spavento era così forte che la morte non poteva essere peggiore.”

Ma, allo stesso tempo, c’è stata una straordinaria battaglia legale, che si è conclusa con la sorella di Nassar, Shan, che ha informato il fratello che il volo era stato interrotto.

Un gruppo di persone ritenute immigrate è arrivato a Dungeness, nel Kent, dopo essere stato salvato nella Manica dall'RNLI dopo un piccolo incidente in barca.  Data foto: giovedì 22 settembre 2022.
immagine:
Più di 40.000 migranti hanno attraversato il canale quest’anno

L’avvocato di Nassar ha contattato Shaan ma non hanno avuto modo di raggiungere Nassar, che aveva staccato il telefono e non parlava inglese.

Intorno alle 22:00, a Nasr è stato permesso di usare il telefono di qualcun altro per fare quella che credeva fosse un’ultima telefonata a sua sorella per salutarla prima del decollo.

Shan ricorda con entusiasmo la conversazione. Dice: Nassar ha detto ciao Shan. Ho detto: ho buone notizie, Nassar, il volo è stato cancellato. “Ma siamo sull’aereo e l’aereo è quasi volato”, ha detto. Ho detto: “Non preoccuparti, sono cancellato”.

READ  Il padre di Moment, 70 anni, salta oltre la recinzione del balcone per abbracciare il figlio militare, che non vede da due anni.

Shan poi descrive come ha sentito la gioia sull’aereo mentre suo fratello dava la notizia agli altri.

“(Suo fratello) ha detto: ‘Shan, puoi ascoltare i suoni'”, ha detto. Tutti piangevano. persone che erano sull’aereo. Pregano e piangono. Disse: “Puoi ascoltare? Stanno tutti piangendo”.

“Ho detto: ‘Non preoccuparti, puoi dire loro che è stato cancellato.’ .”

Fai clic per iscriverti a Sky News Daily ovunque ricevi il tuo podcast

Shan continua con entusiasmo, “Emozione – oh mio Dio. Le emozioni sono difficili da esprimere. È stato il momento più felice. Pensi che fosse successo qualcosa di terribile ma alla fine è stato cancellato e non è successo. Ero così felice che non potevo ritenere.”

Qais Siddiqui, l’avvocato di Nassar, ha detto a Sky News: “Speriamo che nessuno salga su un aereo per il Ruanda, ma non posso promettervi che tutto dipende da come si pronuncia la corte, ma faremo tutto il possibile per dimostrare che la politica è illegale”. e speriamo che tu sia d’accordo con noi.” Courts, e per ribaltare finalmente questa politica.

Un portavoce del Ministero dell’Interno ha dichiarato: “La nostra partnership leader nell’immigrazione e nello sviluppo economico vedrà coloro che arrivano nel Regno Unito attraverso rotte pericolose, illegali e non necessarie trasferite in Ruanda.

“Prevedevamo sfide legali a questo schema innovativo e rimaniamo determinati a farlo funzionare in modo da poter rompere il modello di business dei trafficanti di persone feroci e impedire alle persone di rischiare la vita compiendo viaggi pericolosi attraverso la Manica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.