La Gran Bretagna e l’Italia si uniscono al Giappone nei futuri aerei da combattimento

Concept art del caccia Tempest/FX. (GCAP)

Il Regno Unito, l’Italia e il Giappone hanno annunciato la formazione di una partnership del Global Combat Air Program (GCAP) per sviluppare il jet da combattimento di nuova generazione.

La costituzione di GCAP, con partnership paritarie di BAE Systems, dell’italiana Leonardo e di Mitsubishi Heavy Industries (MHI), combinerà il Project Tempest del Regno Unito con il programma giapponese FX Future Fighter. L’aggiunta del MHI segna la prima volta che il Giappone ha partecipato a un importante programma di difesa con un paese diverso dagli Stati Uniti.

Altri partner del settore includono Rolls-Royce, MBDA UK, IHI Corp, Mitsubishi Electric, Avio Aero ed Elettronica. BAE Systems e MHI svilupperanno congiuntamente la cellula, Rolls-Royce e IHI svilupperanno i motori e Leonardo UK e Mitsubishi Electric lavoreranno sul radar del velivolo.

“La sicurezza del Regno Unito, oggi e per le generazioni future, è sempre stata fondamentale per questo governo”, ha dichiarato il 9 dicembre l’OM britannico Rishi Sunak. “Ecco perché dobbiamo essere all’avanguardia nei progressi della tecnologia di sicurezza, sconfiggendo e sconfiggendo coloro che cercano di farci del male.

(GCAP)

Il segretario alla Difesa del Regno Unito, Ben Wallace, ha aggiunto: “Questa partnership internazionale con Italia e Giappone per sviluppare e progettare la prossima generazione di aerei da combattimento rappresenta una grande collaborazione di tecnologie di difesa all’avanguardia e competenze condivise tra i nostri paesi, fornendo posti di lavoro altamente qualificati in tutto il settore e per la Gran Bretagna ei nostri alleati Protezione a lungo termine.

Un comunicato della RAF ha affermato: “Il Regno Unito, l’Italia e il Giappone lavoreranno ora intensamente per stabilire il concetto di piattaforma principale e creare l’infrastruttura necessaria per fornire questo imponente programma di difesa, pronto per iniziare la fase di sviluppo nel 2024. , sulla base di una valutazione congiunta dei costi dei partner e dei bilanci nazionali, saranno concordati gli accordi di ripartizione dei costi.”

READ  L'Armani Exchange si espande in Italia con il Milan Store

Il team GCAP mira a sviluppare i suoi aerei da combattimento per entrare in servizio entro il 2035. Tutti e tre i paesi stanno attualmente introducendo in servizio gli F-35A/B Lockheed Martin, quindi il nuovo velivolo sarà sviluppato con un maggior grado di integrazione con l’F-35. in mente. Per il Regno Unito e l’Italia, il nuovo velivolo sostituirà l’Eurofighter Typhoon, mentre il Giappone sostituirà i suoi Mitsubishi F-2 e gli F-15J aggiornati.

GCAP sarà uno dei tre principali programmi di aerei da combattimento di nuova generazione, gli altri sono la US Air Force Dominio aereo di nuova generazione (NGAD) Prova, e Futuro sistema aereo da combattimento (FCAS) Una joint venture tra Francia, Germania e Spagna. Tutti questi aerei da guerra possono essere componenti di sistemi più ampi che includono sensori fuori bordo e nodi di comunicazione e sistemi di caccia senza equipaggio.

(GCAP)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.