Liz Truss giura di sconfiggere Vladimir Putin in Ucraina

Altri leader occidentali riuniti a New York hanno promesso di non riconoscere i falsi referendum e hanno descritto l’escalation di Putin come un segno di debolezza.

In risposta alle minacce di Putin, Jens Stoltenberg, segretario generale della NATO, ha dichiarato: “La risposta non è dimettersi e smettere di sostenere l’Ucraina. La risposta, semmai, è intensificare e sostenere l’Ucraina.

“Faremo in modo che a Mosca non ci siano malintesi sulla gravità dell’uso delle armi nucleari.

“Siamo stati molto chiari nelle nostre comunicazioni con la Russia sulle conseguenze senza precedenti, sul fatto che una guerra nucleare non può essere vinta dalla Russia”.

Ha detto che l’unico modo per porre fine alla guerra era “dimostrare che il presidente Putin non vincerà sul campo di battaglia”.

L’escalation di Putin è arrivata sulla scia delle crescenti vittime e delle battute d’arresto per le forze russe quando sono state espulse da un Contrattacco ucraino questo mese.

Dopo l’annuncio della mobilitazione, i giovani russi hanno iniziato a cercare di lasciare il Paese.

I biglietti aerei per i paesi che non richiedono un visto, come Turchia e Bielorussia, sono andati esauriti rapidamente.

Le proteste sono scoppiate in dozzine di città in tutta la Russia, alcune delle quali sono diventate violente.

“Manda Putin in trincea”, cantavano i manifestanti a Mosca. A Novosibirsk un giovane russo è stato filmato mentre gridava: “Non voglio morire per Putin”.

A partire da mercoledì sera, le autorità russe avevano arrestato 700 persone in più di 35 città.

READ  La guerra russo-ucraina: cosa sappiamo il giorno 108 dell'invasione | Ucraina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.