Le case di moda annullano le sfilate dal vivo a causa di omicron

Giocare a

MILANO — Le case di moda milanesi stavano tracciando un percorso fuori dalla pandemia che questo mese prevedeva un calendario di abbigliamento maschile ricco di eventi dal vivo sufficienti per invogliare le fashioniste a prenotare ancora una volta i voli attraverso l’Atlantico. Ma questo era prima della corsa all’Omicron.

Le anteprime della settimana della moda di Milano Autunno-Inverno 2022-23 si aprono venerdì con molti meno eventi fisici di quanto inizialmente pianificato e l’accesso a quegli eventi fortemente limitato dalle restrizioni epidemiologiche poiché il bilancio delle vittime del virus in Italia ha raggiunto livelli record quasi giornalieri.

Potenze globali come Zegna, Fendi, Dolce & Gabbana e Prada ospiteranno ancora spettacoli dal vivo, ma il pilastro di Milano Giorgio Armani ha completamente cancellato e altri marchi hanno cancellato le sfilate digitali. Più di 40 eventi dal vivo programmati sono stati ridotti di un quarto, con 16 spettacoli dal vivo che continuano a essere eseguiti insieme a presentazioni fisiche.

Di più: I Critics’ Choice Awards hanno fissato una nuova data di marzo, il Sundance passa al gioco virtuale in un’ondata di micron

“La cosa positiva è che molti marchi importanti hanno deciso di organizzare delle sfilate, e questo è un buon segno”, ha affermato Carlo Capasa, Presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana. La moda è il secondo settore per importanza in Italia. È importante ricordare che dobbiamo convivere con questo virus e che dobbiamo trovare un modo per proteggere la salute delle persone pur continuando a operare, per consentire a questo settore di continuare a operare”.

READ  Benedetto XVI compie 95 anni poiché il libro è incentrato sulle anomalie di 2 Papi

Giorgio Armani ha annunciato martedì di aver cancellato la sfilata di moda maschile Armani ed Emporio Armani di questo mese a Milano e la sfilata di haute couture Prive a Parigi a causa di un picco di casi di coronavirus in Europa.

“Come lo stilista ha espresso in numerose occasioni, le sfilate sono occasioni cruciali e insostituibili, ma la salute e la sicurezza sia del personale che del pubblico devono ancora una volta avere la priorità”, si legge nel comunicato di Armani.

La decisione rende Armani il primo chief designer a ritirarsi dalle Anteprime Uomo di Milano Autunno/Inverno 2022-23 in programma dal 14 al 18 gennaio. La casa di moda ha affermato, in un comunicato, che la decisione “è stata presa con grande rammarico e dopo un’attenta considerazione alla luce del deterioramento della situazione epidemiologica.

Di più: La sfida televisiva ha acceso le ambizioni di modella di Lenny Klum: “Voglio saltare anche io dalla torre”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.