Il nuovo “progetto di moda” del cibo di strada italiano di fratello e sorella porta il gusto autentico della Toscana a Peterborough

Giada e Michael Cristiano in uno street food italiano a Serpentine Green

Un team di fratelli e sorelle toscani ha lanciato una nuova attività che serve autentico street food italiano per le strade di Peterborough.

Il “progetto della passione” di Michael e Giada Cristiano – il negozio di street food italiano di Cristiano nel centro commerciale Serpentine Green di Hampton – li ha visti lasciare il lavoro per portare il loro gusto di Toscana in città.

Michael, 29 anni, ha lasciato l’Italia due mesi fa per avviare l’attività, lasciando il suo lavoro come responsabile del team vendite per un’azienda manifatturiera tedesca di successo.

Sua sorella, Giada, 30 anni, si è trasferita in Inghilterra quando aveva 18 anni per studiare giornalismo all’università. Da allora ha vissuto in questo paese e ora risiede a Yaxley.

“Quando pensi al cibo italiano pensi alla pizza e alla pasta, ma volevamo fare qualcosa di diverso”, ha detto Giada.

“Offriamo un vero assaggio dell’Italia, facendo le cose in modo diverso da quello che già offrono le catene e portando qualcosa di nuovo nell’area.

“Abbiamo lasciato il nostro lavoro a causa della nostra passione per questo progetto.”

I piatti italiani preparati al momento includono il panzerotto, un delizioso panzerotto simile al calzone originario della Puglia, da dove provenivano il padre di Michael e Giada e dove vive ancora la loro mamma.

“All’inizio, abbiamo pensato di aprire una gastronomia e da asporto, ma è stato difficile trovare il posto giusto”, ha aggiunto Kiada.

“Riceviamo un buon feedback dai clienti che amano il gusto del nostro cibo e continuano a tornare per saperne di più.

“Tutto viene preparato fresco su ordinazione ogni giorno. Siamo appassionati di ciò che facciamo, ma la nostra passione per la cucina – stranamente – viene da nostra madre, che è inglese.

“È un duro lavoro costruire tutto da zero, ma possiamo continuare a portare un pezzo d’Italia a Peterborough”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.