Il D-Day Beach Café “odia gli inglesi e si rifiuta di servire i soldati britannici”

Florent Nevers, che ha gestito il caffè Creperie la Falaise con sua madre per dieci anni, ha detto che è stato tutto un malinteso e ha affermato che i turisti britannici erano stati allontanati perché il caffè era pieno.

“Due autobus sono arrivati ​​lunedì intorno alle 12.30, quando per noi era un orario molto impegnativo. Ho detto: 'Ragazzi, mi dispiace tanto'. Ha detto a MailOnline: 'Devo concentrarmi sul mio ristorante, non posso aiutarti, non posso lasciare gli altri miei clienti'”, ha detto a MailOnline. .

“Qui diventa pazzesco. A volte non possiamo servire tutti. Mi prendo cura dei miei clienti”, ha detto.

L'ente del turismo della Normandia ha reagito rapidamente alle crescenti lamentele, scrivendo: “Buongiorno, Eugenie. Grazie per averci chiarito questo. È assolutamente incredibile. Naturalmente, i visitatori e i soldati britannici saranno sempre i benvenuti qui in Normandia, e il vicino Normandy British Memorial testimonia la storia che condividiamo.

La caffetteria si trova a meno di un miglio dal Museo del D-Day di Omaha e a breve distanza dall'Overlord Museum e dal Cimitero americano della Normandia.

Omaha vide le perdite alleate più pesanti, con circa 2.400 soldati americani uccisi dall'artiglieria e dall'artiglieria tedesca il 6 giugno 1944, il primo giorno del tentativo di espellere i nazisti dalla Francia.

READ  Uragano Ian: la Florida colpita da una delle tempeste più forti nella storia degli Stati Uniti | Notizie dagli Stati Uniti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *