Hugh Grant cancella la pubblicità del nuovo iPad Pro per promuovere la “distruzione dell'esperienza umana”

Hugh Grant si è unito alla reazione contro il nuovo spot pubblicitario dell'iPad Pro di Apple, che ha attirato l'ira dei creativi di Hollywood.

Lo spot, intitolato “Crush!”, mostra vari oggetti tra cui un pianoforte, barattoli di vernice, una macchina arcade, una console per DJ, un televisore, libri e altro ancora schiacciati da una pressa industriale.

Quando la stampa si rialza, al posto di tutti gli oggetti piatti viene rivelato il nuovo iPad Pro, il che significa che ha la funzionalità per realizzare tutto ciò che facevano gli oggetti.

Ritwittando la promozione dell'annuncio da parte del CEO di Apple Tim Cook su Twitter/X, Grant ha scritto: “Distruggere l'esperienza umana. Per gentile concessione della Silicon Valley”.

Apple non ha risposto immediatamente L'indipendenteRichiesta di commento.

Nel frattempo, il regista britannico Asif Kapadia ha dichiarato:Albero di cannella) ha scritto: “Adoro gli iPad ma non so perché qualcuno abbia pensato che questa pubblicità fosse una buona idea. È la metafora più vera di ciò che le aziende tecnologiche fanno alle arti, agli artisti, ai musicisti, ai creatori, agli scrittori e ai registi: spremeteli, usali, non pagarli bene, prendi tutto Poi dici che è tutta colpa loro.

La regista e attrice Justine Bateman, che è stata consulente di SAG-AFTRA sulle questioni legate all'intelligenza artificiale, ha risposto al tweet di Cook dicendo: “Sul serio, cosa c'è che non va in te?”

“Se pensi che questa pubblicità sull'iPad sia strana, dovresti guardare la prima clip in cui si mettono in fila tutti i tuoi personaggi preferiti e li filmano”, ha detto l'attore, scrittore e produttore Luke Barnett. libri.

READ  Ecco un altro sguardo a Il Signore degli Anelli: Gollum

Il fumettista americano James Kochalka ha aggiunto: “Sono sicuramente il pubblico a cui si rivolge il nuovo iPad Pro, ma questa pubblicità è stonata e offensiva per gli artisti di ogni tipo. Pensiamo ai nostri strumenti con riverenza e rispetto e godiamo di un sano dialogo con loro. I nostri strumenti sono compagni fidati nel viaggio artistico.”

Hugh Grant e “schiaccia” Apple! annuncio (Getty Images/Apple)

I nuovi aggiornamenti rappresentano il più grande aggiornamento della sua linea di iPad da diversi anni, poiché Apple cerca di riaccendere l'interesse per la sua linea di tablet di lunga data.

Logo dell'Apple TV Plus

Guarda Apple TV+ gratis per 7 giorni

Solo nuovi abbonati. £ 8,99/mese. Dopo la prova gratuita. Pianifica il rinnovo automatico fino all'annullamento

Prova gratis

Logo dell'Apple TV Plus

Guarda Apple TV+ gratis per 7 giorni

Solo nuovi abbonati. £ 8,99/mese. Dopo la prova gratuita. Pianifica il rinnovo automatico fino all'annullamento

Prova gratis

Il nuovo iPad Pro sarà dotato per la prima volta di un display OLED di alta qualità, nonché del nuovo e avanzato chip M4 di Apple, che secondo l'azienda significa che i nuovi dispositivi sono il 50% più veloci degli iPad Pro. Generazione precedente e 10 volte più veloce del modello iPad Pro originale.

Il nuovo Pro “è il pioniere delle nostre tecnologie più avanzate, ampliando i confini di ciò che può essere l'iPad”, ha affermato John Ternos, vicepresidente senior dell'ingegneria hardware di Apple, aggiungendo che il nuovo dispositivo è “l'iPad che abbiamo sempre sognato di realizzare”. “.

Ciò sembra aver toccato il cuore del Giappone, con un gran numero di commentatori giapponesi che hanno espresso la loro rabbia.

READ  L'aggiornamento per gli sviluppatori di Homeworld 3 introduce il "livello di sapore"

Anche al di fuori del Giappone, l'annuncio non è stato ben accolto, con gli utenti che hanno espresso frustrazione per quanto suonasse debole.

Sarà in vendita la prossima settimana insieme a una nuova versione dell'iPad Air, che sarà venduto nella sua tradizionale dimensione da 11 pollici, nonché in un nuovo modello da 13 pollici.

Ulteriori segnalazioni da parte delle agenzie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *