Giorgia Meloni approfitta del vuoto politico italiano

Attilio Moro Il primo ministro italiano riflette sullo spostamento a favore di Biden e sul perché si prevede che il suo partito avrà successo alle elezioni europee del 6 giugno.

Il primo ministro italiano Giorgia Meloni con il presidente degli Stati Uniti Joe Biden durante un vertice NATO a Vilnius, Lituania, il 12 luglio 2023, incentrato sulla guerra in Ucraina. (Casa Bianca/Adam Schultz)

Di Attilio Moro
Speciale per le notizie della Federazione

DLa sua immagine è ormai iconica. Joe Biden viene mostrato mentre bacia Georgia Meloney sulla sommità della testa, in piedi mezzo metro sotto di lui. Lei è 5 piedi e 5 pollici. Entrambi ridono. Hanno una ragione.

Il primo ministro italiano ha promesso al presidente degli Stati Uniti che sarà pronto a fare qualsiasi cosa per sostenere il tentativo americano di sconfiggere la Russia e rovesciare il suo presidente, Vladimir Putin.

Non è una corsa facile: prima della sua elezione, Meloni aveva simpatizzato con Putin. “Abbiamo bisogno della pace con la Russia. “Mi sembra che Biden stia usando la politica estera per nascondere i problemi interni”, ha detto qualche mese fa.

Perché un cambiamento di atteggiamento così drammatico? Sembra rendersi conto che essere vista come una fedele alleata americana la purgherebbe dalle simpatie filo-fasciste. (Una volta disse: “Mussolini era un buon politico.”) Ciò lo renderebbe un partner fidato per le sue controparti europee e americane.

Politica riportato Lo scorso luglio:

“Biden ha detto a coloro che lo circondano di essere rimasto piacevolmente sorpreso dalla leadership della Meloni nello sforzo bellico, ma è ansioso di conoscere meglio il leader italiano, secondo diversi funzionari dell'amministrazione.

Secondo Alessandro Politti, direttore della Fondazione NATO Defense College di Roma, la Meloni “ha imparato molto presto che quando si entra nel governo si hanno delle responsabilità e che l'America è un alleato primario”.

La sua visita a Kiev a febbraio è stata un chiaro segno che aveva seguito “un percorso ortodosso” e “un momento in cui ha convinto la più ampia comunità internazionale che era lui a capo dell'alleanza e che i suoi alleati avrebbero dovuto seguire la sua guida politica”.

Quindi Maloney taglia e incolla la sua politica estera. Sulla politica interna strizza l’occhio agli affari, promette agevolazioni fiscali; Ma anche la classe media tollera una certa evasione fiscale. Non c'è nulla di nuovo in questo: sotto questo aspetto il suo modello sembra essere quello di Silvio Berlusconi.

READ  X Factor 2020, Manuel Agnelli e Hell Radon battono gli stracci: "L'inverno è finalmente arrivato" - il meglio e il peggio

Per favore Donare fare IL
primavera Finanza Votazione!

È lo stesso modello che controlla i mass media: Daniel verdeCorrispondente da Roma per un quotidiano spagnolo El Pie Pochi giorni fa scriveva: “La Meloni riesce a controllare i tre canali principali della Rai (la televisione pubblica), oltre al sostegno della principale holding televisiva privata Mediaset, che possiede tre canali”.

L'AGI, la seconda più importante agenzia di stampa italiana di proprietà dell'Eni, viene ora venduta (dal suo governo) ad Antonio Angelucci, suo buon amico, alleato politico ed editore di tre importanti quotidiani di destra. Il Giornale, Libero E Tempo dentro. Angelucci è anche uno dei maggiori beneficiari della strisciante privatizzazione del sistema sanitario pubblico.

Ma l’elemento più importante della sua legislazione è stato il tentativo di modificare la costituzione per introdurre l’elezione diretta del primo ministro, che, se ratificata, ridurrebbe inevitabilmente il ruolo e il potere del parlamento.

La risorsa politica più preziosa di Meloney sembra essere il suo stile. Parla un dialetto italiano con una pesante inflessione dialettale. La gente lo adora. Si riconoscono. Sentono che lei è dalla loro parte. Populismo puro, ovviamente.

“Chiamatemi Georgia”, dice a tutti quelli con cui entra in contatto. Il suo indirizzo email è disponibile online. Tutti possono scriverle (tutti possono scriverle Benito Mussolini durante il fascismo).

Ma se c'è qualcuno che legge le e-mail, non lo sappiamo.

Questo è il populismo nella sua forma migliore. Ma è questo che l'ha scelta. Si prevede che il suo partito otterrà ottimi risultati alle prossime elezioni europee del 6 giugno.

READ  Perché i "Big Five" di Francia, Germania, Italia, Spagna e Inghilterra dell'Eurovision 2024 si sono automaticamente qualificati per la finale

Resistenza comprovata

Merita un po' di rispetto. Meloni è cresciuto in un quartiere difficile, La Carpatella, sede della Mafia-Capitale, conosciuta come l'organizzazione criminale più potente di Roma. Suo padre se ne andò quando lei aveva 11 anni solo per essere arrestato un paio d'anni dopo per traffico di droga. Lei è una madre single. Naturalmente, ha resistito a tempi difficili ed è riuscita a sopravvivere allo spietato mondo della politica italiana per diventare la prima donna primo ministro del Paese e rimanere al potere per un anno e mezzo. Le sue qualità sono innegabili.

Ma non sarebbe mai andata senza un fattore decisivo: il crollo della sinistra italiana.

Oggi è a capo del partito politico più forte d'Italia, Fratelli d'Italia, che sotto la sua guida è passato da appena il 5-6% al 30%, a spese non solo del partito di Berlusconi, ma del Partito Democratico. PD), organizzazione ombrello della sinistra italiana senza leader né idee.

Un deserto politico. Un vuoto, e la Meloni è abbastanza furba da sfruttarlo.

Attilio Moro era un giornalista italiano veterano, corrispondente del Quotidiano Il Giorno In precedenza ha lavorato sia in radio (Radio Italia) che in televisione da New York. Ha viaggiato molto coprendo la prima guerra in Iraq, le prime elezioni in Cambogia e Sud Africa, Pakistan, Libano, Giordania e molti paesi dell'America Latina tra cui Cuba, Ecuador e Argentina. Attualmente è corrispondente per gli affari europei a Bruxelles.

Per favore Donare fare IL
primavera Finanza Votazione!


Visualizzazioni dei post: 29

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *