Gli armeni chiedono le dimissioni del primo ministro Nikol Pashinyan dopo aver ceduto i villaggi di confine all'Azerbaigian notizie dal mondo

Quasi 200 manifestanti sono stati arrestati dopo gli scontri tra manifestanti e polizia nella capitale Yerevan.

di Samuel Osborne, giornalista @samuelosborne93


Lunedì 27 maggio 2024 alle 16:12, Regno Unito

Decine di migliaia di manifestanti armeni hanno chiesto le dimissioni del primo ministro Nikol Pashinyan dopo che il paese ha accettato di cedere il controllo di diversi villaggi di confine all'Azerbaigian.

Domenica i manifestanti si sono scontrati con la polizia dopo aver chiuso le strade principali della capitale, Yerevan, e la polizia ha affermato di aver arrestato 196 persone.

L'incontro è stato l'ultimo di una serie di manifestazioni durate settimane guidate da un religioso di alto rango della Chiesa Apostolica Armena e dall'arcivescovo della diocesi di Tavush, nel nord-est dell'Armenia, dove si trovano i quattro villaggi rimpatriati.

Successivamente Bagrat Galestanyan guidò la formazione di un movimento chiamato Tavush per la Patria Armenia Ha accettato di cedere il controllo dei villaggi della zona a Azerbaigian in Aprile.

Da allora il movimento si è espanso fino a includere un’ampia gamma di denunce contro Pashinyan e il suo governo.

La decisione di consegnare i villaggi di Tavush fa seguito ad una fulminea campagna militare di settembre, in cui l'esercito azerbaigiano ha costretto le autorità separatiste di etnia armena nella regione del Karabakh a deporre le armi.

Dopo l'Azerbaigian Hanno preso il controllo completo del Karabakh Circa 120.000 persone fuggirono dalla regione, quasi tutti gli abitanti erano di origine armena.

I combattenti di etnia armena, sostenuti dalle forze armene, presero il controllo del Karabakh nel 1993, alla fine di una guerra durata sei anni.

READ  Elezioni in Francia: Emmanuel Macron potrebbe perdere la maggioranza parlamentare a causa della coalizione di sinistra di socialisti e verdi Notizie dal mondo

Leggi di più da Sky News:
Avvertenza di “pericolo per la vita” derivante da allagamenti in caso di temporali
Più di 2.000 persone furono sepolte vive in Papua Nuova Guinea
Attacchi aerei israeliani “uccidono 45 persone” dopo che Hamas ha lanciato razzi su Tel Aviv

Questa è un'edizione limitata della storia, quindi sfortunatamente questo contenuto non è disponibile.

Sblocca la versione completa

L’Azerbaigian ha riconquistato parte del territorio durante i combattimenti del 2020, che si sono conclusi con una tregua che ha portato all’intervento di una forza di pace russa, che ha iniziato a ritirarsi quest’anno.



immagine:
Nikol Pashinyan. Foto: AP

Pashinyan ha affermato che l’Armenia deve definire rapidamente i suoi confini con l’Azerbaigian per evitare un altro round di ostilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *