Biden e McCarthy stanno parlando cercando di raggiungere un accordo sul tetto del debito

La Casa Bianca e i repubblicani del Congresso stavano correndo per raggiungere un accordo per evitare un default sul debito degli Stati Uniti sabato, con trattative ad alto rischio su un accordo fiscale bipartisan che proseguiranno nel fine settimana.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e il presidente della Camera repubblicana Kevin McCarthy hanno parlato al telefono sabato sera per cercare di risolvere gli ultimi punti critici, ha detto una persona che ha familiarità con i colloqui, dopo che i negoziatori non sono riusciti a raggiungere un accordo durante il giorno.

In precedenza, McCarthy aveva detto ai giornalisti che i negoziatori avevano compiuto progressi nel risolvere le loro divergenze.

“Abbiamo fatto progressi, abbiamo lavorato bene stamattina e ora ci siamo tornati. Alcune cose dobbiamo finire”, ha detto McCarthy, “Dobbiamo assicurarci di ottenere il giusto accordo per il popolo americano”.

Ha annuito al fatto che l’accordo con Biden comporterebbe duri compromessi.

Non a tutti piacerà quale sia la fine dell’accordo. . . su entrambi i lati. “È tutto quello che volevo? No, deve passare al Senato ed essere firmato dal Presidente. Ma credo fermamente che se le persone, da tutta l’America, si sedessero e guardassero questo, direbbero: ‘Tu sai una cosa? Questo è un prodotto molto migliore.'”

Biden ha espresso ottimismo sui colloqui di venerdì sera prima di partire per Camp David, il ritiro presidenziale nel Maryland, dove sta assistendo alla fase finale dei negoziati.

Sebbene entrambe le parti si stiano unendo attorno a un accordo che aumenterebbe il limite del debito per due anni e limiterebbe la spesa pubblica nello stesso periodo, una persona che ha familiarità con i colloqui ha affermato che le richieste repubblicane di allegare nuovi requisiti di lavoro ai programmi contro la povertà sono rimaste un punto critico.

READ  Joe Biden dorme in una maschera d'aria a causa dell'apnea notturna

La Casa Bianca e il Congresso hanno tempo fino al 5 giugno per emanare una legge per aumentare il tetto del debito del paese di 31,4 trilioni di dollari o gli Stati Uniti rimarranno senza soldi per pagare tutte le bollette, secondo l’ultima stima di Janet Yellen, il segretario al Tesoro degli Stati Uniti, che è stato rilasciato venerdì.

Se non verrà raggiunto alcun accordo, gli Stati Uniti dovranno affrontare un devastante default sul proprio debito pubblico, che potrebbe turbare i mercati finanziari globali, innescare una brusca recessione economica e danneggiare l’affidabilità creditizia dell’America.

I repubblicani della Camera si sono impegnati a concedere ai legislatori almeno 72 ore per esaminare la legislazione sul tetto del debito prima del voto, dopodiché passerà al Senato per l’approvazione finale al Congresso.

Sia i leader repubblicani che quelli democratici dovranno limitare il numero di defezioni nei loro ranghi per garantire l’approvazione di qualsiasi accordo, poiché è probabile che i sostenitori della linea dura in entrambi i partiti rifiutino il compromesso emergente.

Ma è probabile che molti legislatori e la Casa Bianca considerino l’accordo necessario per evitare un tracollo economico e finanziario più ampio e autoinflitto a meno di 18 mesi dalle prossime elezioni presidenziali.

Shalanda Young, direttore del bilancio della Casa Bianca, e Steve Richetti, uno dei massimi aiutanti di Biden, hanno condotto i colloqui a nome del presidente, mentre Patrick McHenry, presidente del comitato per i servizi finanziari della Camera, e Garrett Graves, R-Louisiana, guidano i colloqui . Stavano facendo la stessa cosa con McCarthy.

L’oratore si è riunito con McCarthy e Graves al Campidoglio degli Stati Uniti sabato, anche se sono partiti brevemente per comprare i pasti Chipotle per il pranzo.

READ  La Russia ora si è rivolta ad attacchi indiscriminati contro i civili: dichiarazione del Regno Unito al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *