Trump parla in tribunale contro il giudice del processo per frode durante le discussioni conclusive

Donald Trump ha criticato il caso di frode durato mesi contro di lui e la causa del suo procuratore generale in una dichiarazione rapida e senza fiato dal tavolo della difesa all'interno di un'aula di tribunale di Manhattan mentre i suoi avvocati tenevano le argomentazioni conclusive del caso.

Il giudice che presiede la causa civile presso la Corte Suprema della contea di New York aveva impedito all'ex presidente di rivolgersi di persona alla corte, dopo che i suoi avvocati non erano riusciti a limitare le sue dichiarazioni al caso in sé senza critiche e sfruttare il momento per una campagna elettorale . .

Il giudice Arthur Engoron gli ha dato un'altra possibilità giovedì se avesse promesso di attenersi ai fatti rilevanti per il caso. Ore prima, dopo che l’ex presidente si era opposto al caso sulla sua pagina del sito Truth Social, la polizia aveva risposto a un tentativo di assaltare la casa del giudice.

L'ex presidente non ha resistito alla tentazione di sfruttare i suoi pochi minuti per collegare il caso a quella che vede come una cospirazione contro di lui mentre cerca la nomina a presidente del Partito Repubblicano. Il giudice non gli ha mai dato il permesso esplicito di iniziare a parlare. Invece, si lanciò in una lunga e ininterrotta linea di lamentele familiari mentre si dipingeva come una vittima di persecuzione politica che doveva dei soldi per la causa contro di lui.

READ  Almeno 24 persone uccise e milioni di case allagate dopo che le inondazioni hanno colpito India e Bangladesh | Notizie sul clima

“Bene, penso, vostro onore, che il caso vada oltre i fatti. I dati finanziari erano perfetti”, ha detto Trump al giudice mentre sedeva al tavolo della difesa. “Le banche hanno recuperato tutti i loro soldi”.

Ha affermato che “non c'era un solo testimone contro di noi” e ha descritto il caso come una “caccia alle streghe politica”.

Ha aggiunto: “Dovremmo ricevere un risarcimento per quello che abbiamo passato”. “Quello che è successo qui, signore, è una frode nei miei confronti.”

Ha ripetuto la sua affermazione secondo cui il caso è “interferenza elettorale” motivata politicamente, alludendo a una teoria del complotto secondo cui la causa e la montagna di contenziosi contro di lui rappresentano minacce guidate dai democratici per tenere il potenziale candidato presidenziale repubblicano fuori dalla Casa Bianca.

“Ma in particolare, la persona nella stanza in questo momento odia Trump e ha usato Trump per farsi eleggere”, ha detto, riferendosi al procuratore generale di New York Letitia James.

Dopo che il giudice gli ha ricordato il tempo limitato a sua disposizione, Trump ha risposto: “Non puoi ascoltare per più di un minuto”.

Il giudice Engoron ha chiesto al suo avvocato, Christopher Casey, di mantenere il controllo sul suo cliente, avvertendolo che il suo tempo davanti al microfono era limitato.

“Sarebbe potuto andare molto diversamente” se Trump avesse semplicemente accettato i termini delle sue dichiarazioni esposte nelle e-mail agli avvocati, ha detto il giudice a Keyes prima che l'aula si fermasse per il pranzo poco dopo l'una di pomeriggio.

Le ultime dichiarazioni dell'ex presidente sul caso, che si è concluso giovedì dopo 11 settimane di testimonianze iniziate a ottobre, evidenziano la crescente sovrapposizione tra la sua campagna e la sua lunga lista di casi penali e civili.

READ  Protesta di Berlino: estremisti di sinistra incendiano le barricate in una protesta infuocata - la polizia fa male | mondo | notizia

Ha ripetutamente fatto affidamento sulla lobby fuori dal tribunale per lanciare una invettiva contro i suoi oppositori politici e le cause contro di lui, e ha utilizzato gli sviluppi delle cause contro di lui per raccogliere milioni di dollari per la sua campagna.

La causa della signora James, intentata nel settembre 2022, accusa Trump, i suoi due figli adulti e i loro aiutanti chiave nell'organizzazione ombrello Trump di aver frodato istituti finanziari con stime selvaggiamente gonfiate del suo patrimonio netto e dei suoi beni nel corso di un decennio.

Il giudice Engoron ha emesso una condanna Sentenza cautelare Un anno dopo, ha ritenuto gli imputati responsabili delle accuse di frode delineate nella causa di successo, lasciando un processo al banco per determinare quanto il signor Trump e i suoi associati avrebbero dovuto dovere e se il pubblico ministero avesse avuto successo su altre accuse nella sua denuncia. Comprese le frodi assicurative e le associazioni a delinquere.

Il suo ufficio sta cercando 370 milioni di dollari in cosiddetti “guadagni illeciti” derivanti da termini di finanziamento ottenuti in modo fraudolento che le banche avrebbero ricevuto se avessero utilizzato tassi di interesse che riflettessero il patrimonio netto e le attività effettive di Trump, secondo l'ufficio del procuratore generale.

Nella prima delle tre arrabbiate dichiarazioni conclusive della difesa, Casey ha affermato che il processo ha invece dimostrato che le banche erano compiacenti, che le affermazioni erano basate sulla speculazione e che nulla era stato ottenuto “illegalmente”.

Gli avvocati di Trump e dei suoi figli Donald Trump Jr. ed Eric Trump hanno ripetutamente affermato che il caso aveva motivazioni politiche, con molteplici critiche nei confronti della signora James, che era seduta in aula dietro gli avvocati nel suo ufficio.

READ  Trump ignora Pence e dice che considererà Ron Dientis un compagno di corsa nel 2024

Hanno usato ripetutamente la terminologia usata da Trump per attaccare il caso e i suoi rivali, definendo le potenziali sanzioni contro di lui una “condanna a morte aziendale” e un esempio di applicazione della legge “armata”.

“Queste sono storie di successo”, ha detto Casey, riferendosi alle proprietà commerciali di Trump prese di mira dall’ufficio del procuratore generale. “Invece di lodare Trump per il suo successo commerciale, lo stanno attaccando o commettendo un crimine 'senza vittime'”, ha detto. “È pazzesco.”

Ha affermato che una sentenza contro Trump e i suoi coimputati avrebbe inferto un duro colpo a tutte le imprese di New York, non solo a Trump.

“Questa è una strada molto pericolosa”, ha aggiunto. “Armi…so che se ne parla spesso, ma è davvero così.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *