Sega abbandona il mondo dell’intrattenimento giapponese dopo mezzo secolo

foto: Arcade Tokyo

Sega Sammy ha annunciato che venderà il restante 14,9% della sua divisione Sega Entertainment a Genda Inc. Per Rental, la società che ha acquistato l’85,1% delle azioni di Sega Entertainment 2020.

La vendita arriva sulla scia di un periodo difficile per gli operatori di gioco a livello globale, con la pandemia in corso che ha messo a dura prova gli affari. Segna anche la fine dei 50 anni delle sale giochi Sega in Giappone. Sega Entertainment verrà rinominato “Genda GiGO Entertainment”, con tutti i giochi Sega in Giappone convertiti in centri “GiGO”.

La storia di Sega nelle sale giochi giapponesi risale agli anni ’60 e si ritiene che alla fine degli anni ’90 abbia gestito circa 1.000 centri di gioco. Tuttavia, da allora, il settore dei giochi è stato in lento declino poiché i sistemi domestici sono diventati più forti e oggi solo una piccola parte delle sale giochi che hanno funzionato negli anni ’80 e ’90 sono ancora in attività.

La storia di Sega con i giochi cooperativi va ancora più indietro, ovviamente; Fondata come “Service Games” negli anni ’50 con l’obiettivo di fornire alle basi militari statunitensi macchine da divertimento a gettoni, la società avrebbe infine emesso la propria moneta, periscopionel 1966. Quando si verificò l’esplosione della macchina per videogiochi negli anni ’70 e ’80, Sega divenne uno dei leader grazie a una serie di successi tra cui OutRun, After Burner, Virtua Fighter, Daytona USA E innumerevoli altri.

Sono state queste proporzioni di arcade che hanno permesso all’azienda di entrare nell’arena domestica e sfidare Nintendo, un’altra azienda che ha beneficiato della crescente popolarità delle macchine arcade. La console di maggior successo di Sega, Genesis/Mega Drive, sarebbe diventata un bestseller in Occidente, ponendo fine al periodo di dominio di Nintendo. Tuttavia, i sistemi successivi non hanno funzionato bene e all’inizio del millennio Sega è stata costretta ad abbandonare i suoi problemi hardware e diventare un editore di terze parti. Ha mantenuto l’attività del centro giochi anche da allora attraverso i portici del Club Sega e i vasti parchi a tema di Joypolis, ma ora sta volgendo al termine.

READ  Sony ha venduto 7,8 milioni di console PS5

Il presidente di Genda GiGO Hisashi Kataoka ha detto della notizia:

I negozi Sega in tutto il paese cambieranno i loro nomi in GiGO, per esprimere la nostra gratitudine per i 56 anni di storia di Sega e il nostro desiderio di essere un’oasi che placa la sete di vero intrattenimento delle persone. Inizieremo con Ikebukuro, Akihabara e Shinjuku. Poi a tutto il paese.

Ci sono alcune buone notizie qui: Sega Entertainment gestisce solo i siti di gioco e il ramo della società che produce e distribuisce le macchine arcade reali è diverso, quindi continueremo a vedere i giochi Sega nelle sale giochi, ma non quelli di proprietà di Sega.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.