Rallenta l'inflazione in Italia, migliora il sentiment delle imprese nel 2023: Istituto Nazionale di Statistica-Xinhua

Lancio dei fuochi d'artificio per celebrare il nuovo anno al Colosseo a Roma, Italia, il 1 gennaio 2024. (Foto di Alberto Lingria/Xinhua)

Quando nel settembre 2023 furono lanciati i piani del “quartiere anti-inflazione”, il governo dichiarò di riservarsi la possibilità di estendere le misure fino al 2024.

ROMA, 6 gennaio (Xinhua) – L'economia italiana sembra aver chiuso il 2023 su una nota per lo più positiva, con l'inflazione che continua a rallentare e la fiducia dei consumatori e delle imprese in aumento, come mostrano gli ultimi dati dell'Istituto nazionale di statistica italiano (ISTAT). .

L'Istituto Nazionale di Statistica ha riferito venerdì che i calcoli della ripartizione dei prezzi nel paese mostrano un aumento dello 0,6% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Nel corso dell’intero anno i prezzi sono stati in media più alti del 5,7% rispetto al 2022. I prezzi dell’energia hanno avuto un impatto minore, aumentando in media del 5,1% su base annua.

Nel suo discorso di fine anno di giovedì, il primo ministro Giorgia Meloni ha affermato di ritenere che l’economia italiana supererà la crescita dell’Unione europea nel suo insieme nel 2024. L’ISTAT prevede che l’economia italiana crescerà dello 0,7% quest’anno.

Una donna usa una macchina da caffè automatica a Milano, Italia, 17 ottobre 2023. (Xinhua/Zhu Xiaotian)

Il tasso di inflazione dell'Italia è stato rispettivamente del 5,9%, 5,4% e 5,3% da luglio a settembre, ma è rallentato all'1,7%, allo 0,8% e poi allo 0,6% negli ultimi tre mesi del 2023 dopo… i piani entrano in vigore.

Nel “trimestre anti-inflazione” i prezzi al consumo di un paniere di beni di prima necessità sono stati ridotti.

Quando nel settembre 2023 furono lanciati i piani del “quartiere anti-inflazione”, il governo dichiarò di riservarsi la possibilità di estendere le misure fino al 2024.

READ  L'Azerbaigian e l'Italia discutono della situazione attuale e delle opportunità di cooperazione nel campo dell'energia [PHOTO]

Anche l'indagine ISTAT sulla fiducia dei consumatori e delle imprese ha evidenziato una nota positiva per la fine dell'anno, in quello che l'istituto ha definito un “ampio miglioramento”. La fiducia dei consumatori è salita a 106,7 punti dai 103,6 del mese precedente, mentre la fiducia delle imprese è salita a 107,2 punti a dicembre dai 103,5 di novembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *