Putin è pronto a lanciare un'invasione dei paesi della NATO e potrebbe includere parti dell'Estonia e della Svezia per mettere alla prova l'Occidente, avverte il massimo capo dell'intelligence.

Il capo dell’intelligence polacca, Vladimir Putin, ha avvertito che il suo Paese è pronto a lanciare un’operazione militare contro un Paese della NATO per mettere alla prova l’Occidente.

Anche il capo del servizio di controspionaggio militare polacco, Jaroslaw Strusek, ha affermato che il tiranno russo potrebbe annettere parti dell'Estonia o della Svezia.

Il capo dello spionaggio polacco Jaroslaw Strusek ha avvertito che Putin potrebbe prepararsi per un'operazione su scala limitata contro l'Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO).Credito: x
Il tiranno russo potrebbe anche impadronirsi di parti dell’Estonia e della SveziaCredito: AP

Strusek ha affermato che tutte le aspettative sulla preparazione della Russia ad un possibile attacco della NATO si basano solo su alcune ipotesi provenienti da agenzie che non dispongono di informazioni complete.

Ma il funzionario dell’intelligence ha ammesso che il capo del Cremlino è già in grado di pianificare un’invasione su piccola scala.

Lo ha detto alla pubblicazione polacca Dzinik Gazeta Brauna: “Putin è certamente già preparato per alcune mini-operazioni contro uno degli Stati baltici, ad esempio per entrare nella famosa Narva [municipality in Estonia] O sbarcare su una delle isole svedesi.

Strusek ha continuato dicendo che, nonostante gli obiettivi di Putin, la posizione dell'Occidente attualmente ostacola il suo progresso.

Ha aggiunto: “Ciò che l'Occidente sta facendo insieme per sostenere l'Ucraina dimostra che in caso di attacco alla NATO, la risposta occidentale sarà maggiore”.

Un certo numero di stati membri della NATO in Europa hanno allertato l’opinione pubblica nelle ultime settimane sulla possibilità di un’imminente aggressione russa.

La Polonia ha già dato il via libera poiché è pronta ad ospitare armi nucleari ai suoi confini, se necessario.

READ  Ofcom avvia un'indagine sulla presunta violazione delle regole da parte di David Lammy del Labour | Notizie di politica

Il presidente polacco Andrzej Duda ha affermato che il suo paese acquisterà armi nucleari se richiesto dalla NATO mentre cerca un luogo dove dispiegare le armi e rispondere alle ultime agghiaccianti minacce di Putin.

Putin ordina test sulle armi nucleari mentre la Russia avverte che lo schieramento di truppe occidentali in Ucraina scatenerà una “catastrofe globale”

Cos’è l’Articolo 5 della NATO?

L'articolo 5 della Carta della NATO costituisce la pietra angolare del principio di difesa collettiva dell'Alleanza.

Stabilito in NATO 1949, ciò significa essenzialmente che un attacco ad un membro della NATO è un attacco a tutti i membri.

Se uno Stato membro della NATO viene attaccato, gli altri membri sono obbligati a difenderlo, utilizzando ogni mezzo necessario, compresa la forza militare.

Questo principio di difesa collettiva mira a scoraggiare potenziali aggressori e garantire la sicurezza e la stabilità di tutti gli Stati membri.

L'Articolo 5 è stato attivato solo una volta nella storia della NATO, in risposta agli attacchi terroristici dell'11 settembre 2001 contro gli Stati Uniti.

Il presidente polacco Andrzej Duda ha affermato che il suo paese ospiterà armi nucleari se richiesto dalla NATO.
La Bielorussia ha anche spostato le sue forze vicino al confine polaccoCredito: EPA

“La Russia sta sempre più militarizzando Kaliningrad”, ha detto Duda “Recentemente ha trasferito le sue armi nucleari alla Bielorussia”.

Ha aggiunto: “Se i nostri alleati decidessero di schierare armi nucleari sul nostro territorio come parte dell’impegno nucleare per rafforzare il fianco orientale della NATO, siamo pronti a farlo.

“Ne ho parlato più volte. Devo ammettere che quando mi è stato chiesto ho dichiarato la nostra disponibilità”.

READ  I caccia occidentali potrebbero essere inviati in Ucraina per rafforzare le forze secondo i piani degli Stati Uniti

La Polonia occupa una posizione cruciale poiché lo stato membro della NATO confina con la Bielorussia e lo stadio militare russo di Kaliningrad.

Putin e i suoi amici al Cremlino stavano accumulando la loro guerra allarmistica mentre cominciavano a rafforzare i loro arsenali in Bielorussia e Kaliningrad.

La Bielorussia, ad esempio, ha spostato le sue forze pronte al combattimento vicino al confine polacco con una mossa scioccante contro l’Occidente.

Il presidente Alexander Lukashenko ha avvertito che il crescente confronto contro il suo Paese e il suo alleato, la Russia di Vlad, potrebbe portare a una “apocalisse” nucleare.

In reazione al rafforzamento delle forze NATO oltre confine, il dittatore bielorusso da lungo tempo ha affermato che le truppe sono state schierate da Vitebsk, vicino alla Russia, fino al confine occidentale del paese.

Il tiranno bielorusso, 69 anni, ha continuato rivelando che i suoi uomini avrebbero raggiunto il confine con l'importante paese della NATO entro poche ore.

Lukashenko ha detto: “Da Vitebsk abbiamo trasferito due battaglioni e lo siamo ora 1715126186 Trovarsi faccia a faccia con la NATO.

Ha aggiunto: “Queste brigate sono in uno stato di piena prontezza operativa, poiché i preparativi vengono effettuati tre ore prima di lasciare il luogo di schieramento”.

“Tre ore e saremo lì.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *