Macron sta soffiando forte, ma sa di aver bisogno della Gran Bretagna

Per quanto si interessasse seriamente alla corsa alla leadership del Partito conservatore – un processo stranamente democratico e trasparente rispetto al modo in cui i candidati presidenziali francesi vengono scelti dai loro partiti – Emmanuel Macron potrebbe essersi sentito più vicino a Rishi Sunak che a Liz Truss. Entrambi parlano la stessa lingua: sono entrati nel portafoglio dell’economia del gabinetto e sono giovani, ben vestiti, intelligenti (un tocco di prima classe), amichevoli con la tecnologia, a proprio agio nelle riunioni internazionali e inclini al centro.

Al contrario, Liz Truss è sconcertante. Macron non deve mai fare campagna per nient’altro che il suo modo vittorioso per la presidenza, né comprende le regole di base o le politiche di partito. Non gli piaceva l’intero lavoro perché aveva assistito alla sua pratica dal suo ex mentore, il presidente François Hollande. Sembra caotico, a volte imprevedibile, e richiede di fare accordi con personaggi minori che lui preferirebbe semplicemente chiedere. (Era mandarino una volta, e sempre mandarino.)

Anche prima di rispondere a Julia Hartley Brewer Domanda a quiz pop Sul fatto che sia “amico o nemico”, Macron ha inalato un po’ di populismo quando Truss, in qualità di ministro del Commercio internazionale, ha previsto migliori prospettive di libero scambio globale per la Brexit rispetto a quelle all’interno dell’amata UE. Anche i segni della Thatcher non erano buoni con lui. L’ultima battuta di soddisfazione pubblica di Truss, che è stata molto criticata in Francia, è stata confermata come La Boris En Jupons (“Boris In Petticoats”).

Tuttavia, ora potrebbe essere l’ora esatta in cui Macron, è stato soprannominato “clown” e “gougnafier” indirizzato a BoJoSceglierai di comportarti con generosità. La sua prima reazione calcolata (“Il Regno Unito rimane un amico, forte e alleato [to France]Non importa chi lo guida”) indica che ne è consapevole, poiché deve affrontare un duro calo. Le bollette energetiche potrebbero non essere aumentate in Francia come nel Regno Unito, ma sono ancora pesanti; così sono i negozi settimanali, spese scolastiche, tassi ipotecari e altro Proprio come il Regno Unito, la Francia sta affrontando una carenza di forza lavoro, liste d’attesa per visite mediche e prezzi delle case in calo.

READ  Xinjiang Uyghurs: UK fined companies that do not disclose imports linked to the Chinese region

Le Président ora si rende conto che la prossima recessione gli verrà addebitata da chi diventerà il giallo di Gillette, per non parlare di un parlamento diviso dove non ha più la maggioranza. L’approvazione di ogni disegno di legge richiede un’alleanza speciale con la destra o la sinistra. Prima che la nuova Assemblea nazionale chiudesse per le vacanze all’inizio di questo mese, ciò significava imporre un pacchetto accelerato che prevedeva una quantità significativa di allargamento del trapezio a forma di aragosta. Con l’aiuto della sinistra sono stati votati sussidi temporanei per cibo e benzina per i poveri. Annullare la licenza TV con il giuramento. In precedenza ha anche aumentato del 4% le pensioni di base e i pagamenti una tantum alle aziende per motivare i dipendenti. Entrambe le parti hanno concordato un assegno di 150 euro per i genitori di bambini in età scolare. Poiché questa retorica ritarda il dolore mentre si aggiunge al debito della Francia, Macron deve affrontare un periodo vitale prima di quattro anni e mezzo.

La sua risposta è drammatizzare la situazione internazionale. Addio ai tempi del “mondo multipolare” e dell’inutile diplomazia telefonica con Putin. Macron ha fatto della madre di tutti i roditori l’opposto della necessità di una forte alleanza occidentale (e ora la sostiene) e alla fine ha nominato il nemico. Gli obiettivi della Nuova Francia, finalmente chiaramente definiti, sono sostituirla direttamente con le democrazie che stanno lavorando per contenere l’ascesa dei regimi totalitari. Ciò significa non solo la NATO, ma l’espansione di alleanze marittime come il Quartetto di ispirazione Biden (Stati Uniti, Giappone, India e Australia) al Regno Unito e alla Francia, un paese con capacità in cinque continenti con il secondo paese economico esclusivo per importanza zona dopo gli Stati Uniti.

READ  L'Ucraina si prepara a ulteriori attacchi mentre Putin si prepara a ballare sulle ossa alle celebrazioni del Giorno della Vittoria

Qualunque siano alcune delle sue motivazioni possono essere ciniche, le intenzioni di Macron sono in definitiva buone. per lui Dichiarazioni recenti sull’Ucraina Chiaro e diretto: “…dobbiamo sostenere incessantemente l’Ucraina a lungo termine”. Non è il primo capo di stato francese a cadere saldamente a destra dopo le prime dichiarazioni provocatorie: così fecero Charles de Gaulle all’epoca della crisi dei missili cubani, o François Mitterrand durante la guerra delle Falkland. Il primo ministro Liz Truss potrebbe fare di peggio che chiudere la linea di faglia occidentale che avvantaggia solo la Russia di Putin e accettare con riluttanza la mano tesa di Macron. Come ulteriore vantaggio, questo dovrebbe isolare la Germania all’interno dell’UE, e cosa potrebbe essere Thatcher di più?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.