L’uomo spera di aumentare la consapevolezza della sindrome di Down con un film

La sceneggiatura è stata ispirata dall’amico di Higgins, Jay Thrasher Carr, uno Swanee di 29 anni con la sindrome di Down. Jay è il figlio adottivo di uno dei migliori amici di Hughens, Dawn Carr.

Jay, un compagno di scuola superiore della figlia di Dawn, Lucy, si è trasferito con la famiglia nel 2013 ed è stato ufficialmente adottato nel 2020.

“Lucy era una studentessa delle superiori quando un giorno è venuta a parlarmi di Jay”, ha detto Dawn. “Ha detto che sua madre stava lontano e che poteva vivere con suo padre, ma Jay voleva invece vivere con noi perché ha detto che l’avremmo amato più di chiunque altro. Lucy ha detto che lo avrebbe portato a vivere con lei in Tuscaloosa dove andava al college. No,’ ho detto. tu non sei così!

Dawn e suo marito, chiamato anche Jay, hanno accolto per caso il più giovane Jay nella loro famiglia, che comprende quattro figli adulti, tra cui Lucy e un nipote. Dawn ha detto che Jay è amato nella loro casa ed è conosciuto ovunque vada per il suo comportamento allegro e simpatico.

Da quando è entrato a far parte della famiglia Carr, Hughens ha trascorso molto tempo con Jay. Colorare è il passatempo preferito di Jay e Hughens adora partecipare. I due hanno recentemente partecipato al Big Game Ball, sponsorizzato dalla National Down Syndrome Conference, dove sono andati al trotto e ballato, e dove Jay, come sempre, ha parlato con tutti.

“Se non conosci qualcuno con la sindrome di Down, potrebbe sembrare un po’ diverso, apparire o comportarsi”, ha detto Higgins. “Alcune persone hanno paura di ciò che non conoscono, ma quando ti permetti di entrare nel suo mondo, è così sorprendente. Ha cambiato la mia vita. Mi ha mostrato così tanto su cosa possono fare le persone con sindrome di Down. Quando Jay ha sentito parlare del mio sullo sfondo del film, mi ha detto che voleva essere una star.” cinematograficamente e che avrei dovuto scrivere un film su di esso. Ero totalmente d’accordo, quindi l’ho fatto”.

READ  I designer milanesi premono il pulsante di reset durante la Digital Fashion Week | Divertimento

Sebbene il ruolo di “Jay” nel film non riguardi la vita letterale di Jay, Hughens ha usato il suo personaggio come ispirazione e lo ha interpretato mentre recitava nel ruolo.

“È la star per me”, ha detto Higgins. “L’ho scritto nella mia mente. Qualcun altro potrebbe farlo? Sì. Ma il mio amico Jay vuole diventare una star del cinema e credo fermamente che possa farlo.”

Jay, che ha vestito sua madre, Dawn, per Halloween l’anno scorso, con tanto di parrucca e Chanel, è sicuro che sarebbe un buon attore.

“Sono stato fatto per i riflettori”, ha detto Jay con un sorriso che ha raggiunto i suoi occhi. “La mia tata mi chiedeva sempre di accendere la mia luce.”

Dawn secondi per commentare la nonna di Jay che è morta anni fa.

Jay dice che Nani sarebbe così felice e orgogliosa perché voleva che tutti lo conoscessero.

Jay lavora sodo, sperando che il suo ruolo in “Made with Love” venga ripagato. Si è concentrato sui segnali sociali e ha imparato a leggere. Compirà 30 anni il prossimo settembre e spera che, oltre a un viaggio a Turks e Caicos, celebrerà la prima del film.

“Sarebbe il mio sogno che si avvera”.

Se vuoi unirti agli sforzi di crowdfunding di “Made With Love”, visita www.madewithlovethemovie.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.