L’Italia ha smesso di far volare le associazioni di soccorso dalle isole del sud

Gruppi umanitari hanno accusato la coalizione di destra guidata dal primo ministro Georgia Meloni di aver vietato i voli per ottenere punti politici in vista delle elezioni europee del mese prossimo.

“Il divieto di volo è politicamente motivato e giuridicamente inaccettabile. Nel pieno della campagna elettorale europea, l’Italia cerca di eliminare gli ultimi testimoni dei crimini europei nel Mediterraneo. Non abbiamo paura di questo”, ha detto Oliver Kulikowski di Sea Watch, una delle ONG che salva i migranti nel Mediterraneo.

Seawatch ha accusato il governo di “cercare di criminalizzare le ONG per la propaganda politica”.

Le organizzazioni umanitarie affermano che i loro voli sono stati fondamentali per individuare le barche e i gommoni di migranti in pericolo e documentare i metodi talvolta violenti della guardia costiera libica per intercettare le barche e costringerle a raggiungere la costa libica.

La Meloni ha promesso di ridurre drasticamente il numero di imbarcazioni in arrivo sul suolo italiano quando è stata eletta nell'ottobre 2022, ma lo scorso anno sono arrivati ​​più di 155.000 migranti, con un aumento del 50% rispetto all'anno precedente. Con le elezioni europee alle porte, le nuove misure per prevenire l’esodo dal Nord Africa saranno fondamentali per le sue fortune politiche.

READ  TikTok Ragazze Sei Nazioni | Rainieri è il nuovo allenatore dell'Italia dopo le dimissioni di Di Giandomenico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *