La pausa del bagno di Novak Djokovic ha aiutato nel ritorno dei quarti di finale

Novak Djokovic è sulla buona strada per riconquistare il suo posto sul trono di Wimbledon dopo un’appassionata chiacchierata in bagno.

L’esibizione del campione in carica per il suo quarto titolo consecutivo stava svanendo quando il giovane italiano Yannick Sener ha vinto i primi due set.

Ma per la settima volta nella sua carriera, il 20 volte vincitore del Grande Slam Djokovic si è ribaltato da due set vincendo 5-7, 2-6, 6-3, 6-2, 6-2.

Djokovic ha detto: “Era il giocatore migliore nei primi due set, ma ho avuto una pausa in bagno e ho parlato con entusiasmo allo specchio – è vero – a volte queste cose sono necessarie. La pausa in bagno è stata la svolta.

“Non c’era aggressività lì. Era solo un discorso vivace, un discorso positivo. Poiché in quei momenti ti senti negativo e triste per te stesso, ti dà un impatto reale.

“E’ quello che ho fatto. L’ho fatto dopo aver perso due set nella finale del Roland Garros, e oggi ha funzionato. Non sempre funziona. Non è una garanzia che funzioni sempre.

“Ma sentivo di dover cambiare qualcosa. Non stavo giocando bene, non mi sentivo bene in campo, Sener mi stava controllando.

“Fortunatamente, i Grandi Slam si giocano tra i primi cinque, quindi ho avuto l’opportunità di tornare”.

Spingendo fino in fondo il campione in carica Jannik Sinner (Aaron Chown/PA)

(cavo PA)

Sorprendentemente, questo significa che Djokovic non ha ancora perso una partita al Center Court in nove anni, da quando Andy Murray lo ha battuto nella finale del 2013.

La sua unica sconfitta da allora, contro Sam Querrey nel 2016 e il suo ritiro contro Thomas Berdych un anno dopo, è arrivata in First Court.

Allo stato attuale, Djokovic non potrà giocare agli US Open perché alle persone che non sono immuni è ancora vietato viaggiare negli Stati Uniti.

Essendo stato anche squalificato dagli Australian Open e perso contro Rafael Nadal in Francia, Wimbledon potrebbe essere l’unica possibilità di Djokovic per aumentare il suo bottino del Grande Slam e tornare a uno dei 22 volte vincitori di Nadal.

Ma ha aggiunto: “Non direi necessariamente di avere una spinta completamente nuova a causa delle circostanze.

“Mi sento sempre motivato e ispirato a giocare il miglior tennis nei principali tornei, soprattutto qui. Voglio dire, questo è probabilmente il torneo più importante nella storia del nostro sport.

“Quello che succede dopo Wimbledon è davvero, sai, imprevedibile al momento, quindi non ci faccio molta attenzione. Cerco di concentrare i miei pensieri qui, e poi vedremo cosa succede dopo”.

Djokovic affronterà in semifinale il britannico Cameron Norrie.

READ  Decline Rams critica la star irlandese minorenne Veste Ibossel per il suo "stile"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.