John Rickettello, CEO di Unity, si scusa per aver definito gli sviluppatori che non si concentrano sulla monetizzazione “i più grandi idioti ****** F ******”

L’ex CEO di EA e l’attuale CEO di Unity John Riccitiello si è scusato per aver chiamato gli sviluppatori di giochi che non sono concentrati sull’implementazione della monetizzazione all’inizio del processo creativo, con alcuni “più grandi bei cretini”.

Riccitiello ha condiviso le scuse Twitter Ha spiegato i suoi commenti su questi sviluppatori, definendoli “le persone più simpatiche, forti e intelligenti” e “alcuni dei più grandi fottuti idioti”.

“Voglio parlare di quello che ho detto nell’intervista, di quello che ho detto Segui il tweet”, Libri Riccitiello. “Inizierò con le scuse. La mia scelta delle parole è stata scortese. Mi dispiace, sto ascoltando e farò di meglio”.

“Quello che posso fare, forse, è dare di più di quello che stavo pensando quando ho fatto l’intervista. Quello che avrei detto se mi fossi preoccupato così tanto”.

“Prima di tutto, ho molto rispetto per gli sviluppatori di giochi. Il lavoro che svolgono è straordinario. La creatività può essere sorprendente sia su una console AAA, su un gioco mobile o su giochi indie, progettati per far giocare milioni di persone. O un progetto creativo, un gioco fatto apposta per divertimento.

“Secondo: una cosa che ho visto è che la maggior parte degli sviluppatori di giochi sono incredibilmente laboriosi e vogliono che le persone giochino al loro gioco. Per divertirsi. E quando è importante che i giocatori si impegnino a fondo. Per gli sviluppatori di giochi con cui ho lavorato a stretto contatto c’è spesso una preoccupazione sul fatto che i giocatori adoreranno il gioco e apprezzeranno tutto il lavoro e l’amore che sono stati necessari per realizzarlo.

“Terzo: a volte tutto ciò che uno sviluppatore di giochi desidera è che alcuni amici si godano il gioco. Arte per l’arte e arte per gli amici. Altri vogliono che i giocatori comprino il gioco o gli oggetti di gioco in modo che possano guadagnarsi da vivere. Questi motivi sono nobili. “

READ  Modern Warfare 2: versione beta di settembre

“Quarto: quello che stavo cercando di dire, e chiaramente non sono riuscito a dire, è che ci sono modi migliori per gli sviluppatori di giochi per ottenere una prima lettura di ciò che i giocatori pensano del loro gioco. Per imparare dai loro feedback. E se lo sviluppatore vuole farlo modificare il gioco in base a quei feedback, è l’opzione per ascoltare e agire o semplicemente ascoltare. Anche in questo caso, entrambe sono opzioni molto valide.

“Se fossi stato più intelligente nello scegliere le mie parole, l’avrei semplicemente detto… Stiamo lavorando per fornire agli sviluppatori strumenti in modo che possano capire meglio cosa stanno pensando i giocatori, e spetta a loro agire o meno, sulla base di questo feedback .

“Comunque, ecco. Tante parole. Una frase che vorrei non aver detto.”

Riccitiello ha ricevuto molti feedback negativi per i suoi commenti, anche da Lo sviluppatore di ieri sera Tim Sur che ha twittato che “distrugge l’unità che tutti amavamo”.

Per ulteriori informazioni sulla monetizzazione dei giochi e sulle microtransazioni, dai un’occhiata a come la dipendenza da loot box e le microtransazioni stanno rovinando vite e i pensieri di Valve sulle microtransazioni e sul loro posto nel settore.

Hai un consiglio per noi? Vuoi discutere di una potenziale storia? Si prega di inviare una e-mail a newsstips@ign.com.

Adam Pankhurst è uno scrittore di notizie per IGN. Potete seguirlo su Twitter Incorpora il tweet e via Contrazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.