Il semifinalista dell’Australian Open Kyle Edmund è tornato sul ring dopo l’incubo del suo infortunio

Era la fine del 2021, durante un giro di shopping a Waitrose, quando un infortunio a Kyle Edmund lo colpì davvero.

Già fuori dal ring da oltre un anno dopo due operazioni al ginocchio sinistro che lo assillavano dal 2019, è stato avvicinato in corsia da un cliente.

“Questa donna è venuta da me e mi ha chiesto se fossi il tennista Kyle Edmund”, ha ricordato, “e ho detto di sì e lei ha risposto che pensava che fossi in pensione”.

Kyle Edmund è tornato in piena forma e spera di fare bene al suo ritorno agli Australian Open

In un certo senso mi ha ricordato il mio periodo all’estero. Era educata e non ero turbato, ma ha mostrato la verità della questione. Direi che è stato il mio punto negativo di quel periodo, mentre sedevo a casa immerso nei miei pensieri chiedendomi cosa sarebbe successo.

Il 27enne britannico ora può ripensare a quel periodo in modo più ottimista, poiché il suo stato d’animo è finalmente ottimista dopo aver temuto la fine di una carriera molto promettente.

Edmund ha trascorso la maggior parte del mese di dicembre a Dubai, preparandosi per un nuovo inizio in Australia. Sebbene fosse classificato 582, avrebbe utilizzato un risarcimento per infortuni a lungo termine per partecipare ai due tornei ATP inaugurali ad Adelaide prima di giocare agli Australian Open. E il suo primo avversario sarà il giovane italiano Yannick Sener.

Quando arriverà a Melbourne, saranno passati cinque anni da quando si è qualificato per raggiungere le semifinali nel suo primo torneo importante della stagione.

Anche se ora è facile dimenticarlo, la sua progressione verso gli ultimi quattro eccitati pensieri secondo cui la Gran Bretagna aveva portato alla luce una gemma rara che potrebbe competere per i grandi premi. Era pronto a raggiungere un record di 14 in carriera più tardi quell’anno dopo aver vinto l’European Open ad Anversa.

Spero di poter tornare di nuovo a quella sensazione. Cinque anni passano in fretta, anche se non sempre sembra che il tempo sia passato.

Solo a febbraio di quest’anno ha cominciato a sentire che il duro lavoro, mese dopo mese di riabilitazione in palestra, stava iniziando a migliorare. Una terza azione minore ad aprile lo ha finalmente preparato per un ritorno in singolo di basso profilo prima degli US Open.

È riuscito a essere ragionevolmente competitivo perdendo contro il finalista Casper Rudd, ma dopo aver giocato in una partita della Premier League britannica decisamente mediocre a Nottingham il mese scorso, non c’era alcun senso di euforia per i suoi progressi.

Ho giocato alcuni tornei fino al World Open, ma sapevo che c’era ancora più forza da fare intorno alle mie ginocchia. Non gioco a tennis da un mese e ho iniziato a sentirmi forte a metà novembre.

Sono andato alle finali della Pro League a Nottingham. Inizialmente avevo intenzione di giocare qualche partita lì, ma con il passare della settimana ho continuato a giocare e ho finito per giocare e vincere cinque partite di fila.

È stata una bella piccola ricompensa per tutto il lavoro ed è stato semplicemente fantastico. Il ginocchio è decisamente in una buona posizione rispetto all’inizio dell’anno.

Edmund ha detto che il suo ginocchio è decisamente in buona forma rispetto all'inizio dell'anno

Edmund ha detto che il suo ginocchio è decisamente in buona forma rispetto all’inizio dell’anno

L’intera esperienza traumatica lo ha fatto apparire diverso dalla vita: “Mi ha dato una nuova prospettiva, non direi che non sono mai stato grato, ma quando la tua carriera è così lontana da te, ti fa apprezzare fare sport professionistico per vivere. “

READ  Il Leicester City affronta un mistero frustrante a Eindhoven quando Mario Gotze ha fatto un commento "difficile" prima del pareggio

“Penso che forse, se avessi saputo quanto tempo ci sarebbe voluto, avrei fatto più cose al di fuori del tennis, ma quando sei nel mezzo di tutta la riabilitazione stai solo cercando di migliorare le cose. Ero ossessionato da dover fare ciò che era necessario e sono davvero testarda così.

Mi sono appassionato un po’ alla fotografia. Ho comprato una macchina fotografica e ho iniziato a scattare e modificare alcune foto. L’ho trovato molto interessante e penso che d’ora in poi farò altre foto durante i miei viaggi. Ho guardato molto il Liverpool e il motorsport in TV.

Non ho mai pensato così tanto ai soldi, ma capisci che sei un lavoratore autonomo e non porti niente. Fortunatamente, avevo già raccolto un po’ (in realtà quasi 5 milioni di sterline solo nel premio in denaro ufficiale), quindi avevo un cuscino.

Edmund ha trovato un nuovo hobby mentre era ferito.  Ha comprato una macchina fotografica e ha iniziato a scattare foto

Edmund ha trovato un nuovo hobby mentre era ferito. Ha comprato una macchina fotografica e ha iniziato a scattare foto

Quando guardavo il tennis giocato davanti a grandi folle, pensavo a come ci si sente così lontani, e ora mi sembra che sia un po’ più vicino. Nel tennis non ottieni nulla e alla fine si tratterà di fare abbastanza bene da battere i migliori giocatori come facevo quando ero tra i primi 20.

Parla di “non fare nulla per togliermi il ginocchio” e sa che deve essere gestito. “Devo essere intelligente su quanto mi impegno. Dubito che vincerò 30 campionati in una stagione, ma sono contento di dove sono adesso”.

Ha trascorso il Natale dall’altra parte del mondo ad Adelaide con solo il collega britannico Ryan Peniston e l’allenatore Mark Taylor.

READ  Filippo Gana stabilirà il record mondiale per ora ad agosto

“Ad essere onesti, ho dovuto passare molto tempo a casa negli ultimi anni, quindi non mi sembra davvero un sacrificio eccessivo”.

Edmondo

Edmund è “contento” di dove si trova con il ginocchio, ma dice che deve essere intelligente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.