Il programma del tribunale e la campagna di Trump sembrano caotici

  • Di Anthony Zurcher
  • Corrispondente nordamericano

didascalia foto,

La pausa della campagna di Donald Trump è solo una parte del suo programma sempre più frenetico

Candidarsi alla presidenza degli Stati Uniti è un compito arduo anche nei momenti migliori.

Lottare per la Casa Bianca affrontando molteplici incriminazioni e la prospettiva di molteplici processi civili e penali è un compito quasi inimmaginabile. Questa, tuttavia, è la realtà che Donald Trump sta attualmente affrontando.

La campagna presidenziale prevede una campagna semi-stop e una raccolta fondi attraverso una stagione di primarie statali che determinano la nomina del partito, seguita da una campagna elettorale generale sotto l’intenso controllo dei media nazionali.

Ci sono dibattiti e discorsi politici costanti e la convenzione di nomina di più giorni – con lanci di palloncini, clip art e spettacoli – ma anche il suo potenziale per un dramma politico senza copione se le cose vanno di traverso.

Mentre il primo concorso presidenziale, in Iowa, non finirà fino a gennaio, la corsa presidenziale repubblicana è già iniziata sul serio. Il partito sta per iniziare a tenere dibattiti mensili per candidati qualificati. Il primo si svolgerà la prossima settimana in Wisconsin.

Trump deve ancora confermare se parteciperà al dibattito, ma in ogni caso, la cronologia offre una visione anticipata di come le sue preoccupazioni legali possano influenzare il suo calcolo politico. L’ex presidente apparirà probabilmente di persona in un tribunale di Atlanta la prossima settimana per essere formalmente processato con l’accusa di ingerenza nelle elezioni in Georgia del 2020, mentre i suoi oppositori si preparano a salire sul palco del dibattito.

READ  La classe media di Singapore si rivolge ai banchi alimentari mentre l'inflazione sale alle stelle

Mentre molti dei drammi legali – e politici – di Trump si svolgeranno nel 2024, c’è già un processo programmato per la fine dell’anno. Il 2 ottobre, una causa per frode civile intentata dallo stato di New York contro Trump e il suo impero commerciale dovrebbe essere processata. Il signor Trump non è tenuto a comparire in tribunale, ma può comunque essere una distrazione – e arriva solo cinque giorni dopo il secondo dibattito sulle primarie presidenziali programmate del GOP.

Quando sposta il calendario al 2024, le cose iniziano a scaldarsi davvero. I caucus dell’Iowa – la prima scelta presidenziale dei repubblicani – sono previsti per il 15 gennaio, lo stesso giorno in cui inizia il processo per diffamazione contro Trump. Questo è il secondo caso intentato dall’autore E. Jean Carroll, che ha già vinto una sentenza di 5 milioni di dollari dall’ex presidente per aver negato di averla aggredita sessualmente.

Il processo di Trump nel caso del “denaro silenzioso” si svolgerà a New York a marzo, mentre il caso federale sulla cattiva gestione di documenti riservati è previsto per maggio. Sarà dopo che si sono tenute diverse importanti primarie repubblicane. Ma la preparazione di quei casi, comprese le udienze preliminari e le deposizioni, inizierà tra non molto.

Poi ci sono i due atti di rinvio a giudizio, che non sono ancora stati fissati. Il consigliere speciale Jack Smith ha detto che vuole che il suo caso di interferenza elettorale del 2020 venga processato all’inizio di gennaio, che potrebbe durare dalle quattro alle sei settimane. Gli avvocati di Trump si opporrebbero certamente a ciò, dato che il processo potrebbe estendersi oltre tre principali concorsi presidenziali iniziali. La decisione spetta in ultima analisi al giudice che sovrintende al caso.

READ  Tre sorelle uccise in 'violento incidente' a Dublino | notizie dal mondo

Il procuratore distrettuale della Georgia Fanny Willis ha affermato di volere che il vasto caso di racket contro Trump e altri 18 imputati venga processato entro sei mesi, ma anche questa tempistica è ambiziosa.

Tutti i giudici che presiedono in questi casi terranno conto delle preoccupazioni legali del signor Trump, nonché della cronologia della campagna, e cercheranno di creare una sequenza temporale che si adatti al meglio a tutti gli interessi in competizione.

Nella seconda metà del 2024, tali interessi includono una Convenzione nazionale repubblicana prevista per metà luglio e la tradizionale serie di dibattiti presidenziali che si terranno all’inizio dell’autunno.

Ad un certo punto, la prospettiva di un processo alla luce delle elezioni presidenziali di novembre – o anche dopo – diventa una possibilità reale.

I processi – e tutte le udienze preliminari, le deposizioni e vari altri processi legali – richiederanno settimane se non mesi del tempo di Trump. Dovrà programmare la sua campagna, compresi gli amati raduni di massa, intorno a loro. Può chiedere ai giudici di emettere ordini per limitare ciò che può dire pubblicamente e punirlo se non si conforma.

Poi c’è il massiccio drenaggio finanziario fornito dal supporto di più team di avvocati per contestare le accuse penali contro il signor Trump e i suoi compari. Il comitato politico di Trump ha già speso più di 40 milioni di dollari in spese legali nella prima metà del 2023 e mancano ancora mesi al primo processo penale.

È un pesante fardello per qualsiasi candidato, anche per uno che ha mostrato un’impressionante permanenza politica per Trump.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *