Horror per le vacanze sugli sci mentre migliaia di inglesi si danno da fare per le vacanze invernali | mondo | Notizia

Le stazioni sciistiche alpine hanno chiuso i battenti dopo che il clima più caldo del previsto ha scaricato la neve, minacciando le prospettive delle vacanze invernali per centinaia di migliaia di britannici. Le zone più colpite sono le località a bassa quota di Francia e Svizzera occidentale dopo piogge torrenziali e temperature miti.

La situazione in Austria e in Italia è migliore, anche se serve ancora più neve.

I capi delle stazioni sciistiche hanno dovuto tenere colloqui di crisi sul fatto che le stazioni rimarranno aperte.

Altri hanno ammesso che la situazione “straziante” li aveva costretti a chiudere.

Più della metà delle piste da sci francesi sono state costrette a chiudere.

L’ente di viaggi ABTA ha stimato che 1,7 milioni di britannici andranno a sciare quest’inverno, con il periodo più affollato identificato durante la metà di febbraio.

Gennaio e marzo sono i due periodi più popolari per chi può viaggiare al di fuori delle vacanze scolastiche.

Nelle stesse terme, i medici ricevono all’incirca lo stesso numero di pazienti che riceverebbero normalmente a Pasqua a causa delle condizioni fangose.

Nei Pirenei francesi, almeno una dozzina di resort, tra cui Axe 3 Domaines, hanno chiuso i battenti, mentre altri nella regione dell’Isère, come Alpe du Grand Serre e Villard-de-Lans, hanno sospeso le operazioni.

Per saperne di più: “Putin colpevole” dovrebbe affrontare un processo per crimini di guerra, afferma l’avvocato

“Siamo arrivati ​​alla fine.

“Questa è la prima volta che apriamo gli skipass solo per farli chiudere di nuovo a metà stagione.

“C’è molta delusione tra il personale.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.