Gardant, sostenuto da Elliott, ottiene da Reuters un progetto di prestito travagliato con la società italiana BBR


©Reuters. FILE FOTO: Il logo BPER Banca è raffigurato all’esterno di una filiale mentre l’amministratore delegato della banca, Piero Montagni, presenta un nuovo piano aziendale, a Milano, Italia, il 10 giugno 2022. REUTERS/Flavio lo Scalzo/File foto

MILANO (Reuters) – Paper Banca ha dichiarato di aver concordato una partnership con Gardant dopo che il gestore dei prestiti ha collaborato con la controparte statale Amco per aiutare l’istituto di credito italiano a scaricare fino a 2,5 miliardi di euro ($ 2,6 miliardi) di crediti inesigibili.

L’accordo valorizza in 150 milioni di euro l’attività di recupero crediti di BPER, che comprende il personale dedicato alla compensazione delle sofferenze e la relativa tecnologia.

Gardant, controllata da US Elliott Fund, acquisirà il 70% della quota, mentre BPER manterrà il 30%.

Reuters a maggio è stato il primo a riferire che Gardant aveva collaborato con AMCO sul difficile accordo per la divisione BPER.

BPER era l’unica grande banca italiana ancora in pieno controllo delle sue operazioni di recupero crediti, e il duo Gardant-AMCO ha sovraperformato i rivali della svedese Intrum, Prelios di proprietà di Davidson Kempner e doValue sostenuta da Softbank.

Gardant ha stretto un accordo simile con Banco BPM quattro anni fa.

Le banche in genere scaricano le unità di recupero con un profitto che usano per compensare il colpo da cessioni di crediti inesigibili una tantum.

BPER sta eliminando fino a 2,5 miliardi di crediti inesigibili nell’ambito dell’operazione Gardant-AMCO.

Entro la fine dell’anno, BPER venderà il suo primo portafoglio di sofferenze da 1,5 miliardi di euro ad AMCO, che grazie ai minori costi di finanziamento è in grado di battere i concorrenti privati ​​nelle gare d’appalto.

READ  La Banca Europea per gli Investimenti mette a disposizione di Iniziative Bresciane 49 milioni di euro per l'installazione di centrali idroelettriche sull'Arno

Con un contratto di gestione della durata di 10 anni, la nuova joint venture controllata da Gardant gestirà una parte delle sofferenze esistenti di BPER, inclusa una parte dei crediti ceduti.

Riceverai anche il 90% di tutti i nuovi prestiti in sofferenza e il 50% dei nuovi prestiti che “è improbabile che vengano rimborsati”, che non sono ancora in default.

($ 1 = 0,9538 euro)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.