Due ostaggi israeliani vengono liberati dalla prigionia a Gaza e le loro condizioni sono stabili notizie dal mondo

Fernando Simon Marman e Luis Harr sono il secondo e il terzo ostaggio ad essere salvati in sicurezza. Israele afferma che Hamas detiene ancora circa 100 ostaggi.


Lunedì 12 febbraio 2024 alle 05:12 ora del Regno Unito

L'esercito israeliano ha annunciato che due ostaggi israeliani sono stati liberati dalla prigionia durante un raid effettuato dalle forze speciali a Rafah, a sud della Striscia di Gaza.

L'esercito li ha identificati come Fernando Simon Marman, 60 anni, e Louis Haar, 70 anni, entrambi rapiti dal Kibbutz Nir Yitzhak il 7 ottobre. agitazione Attacchi.

Sono stati salvati da un condominio in un raid che ha ucciso almeno sette persone, secondo i funzionari palestinesi.

Ultime notizie dal Medio Oriente: segui gli aggiornamenti in tempo reale

Testimoni oculari hanno riferito di almeno 17 attacchi aerei, razzi e incendi di elicotteri Apache.



immagine:
Fernando Simon Marman, 60 anni, e Luis Harr, 70 anni. Foto: Forze di difesa israeliane

Il portavoce dell’esercito israeliano, il tenente colonnello Richard Hecht, ha affermato che l’operazione si basava su “informazioni di intelligence accurate” e che il sito, situato al secondo piano di un edificio, era stato monitorato “da tempo”.

I due ostaggi salvati sono stati trasportati in aereo all'ospedale Sheba, nel centro di Israele, e si dice che fossero in buone condizioni mediche.



immagine:
Un elicottero dell'aeronautica israeliana trasportava i due ostaggi. Foto: Forze di difesa israeliane

La dottoressa Yael Fraenkel Nir, vicedirettore dello Sheba Medical Center, ha detto ai giornalisti: “Sono molto emozionata. Questa mattina, tre ore fa, abbiamo ricevuto la notizia che due rimpatriati stavano arrivando in elicottero da noi a Sheba.

READ  Il rapporto finale della commissione del 6 gennaio afferma che Donald Trump si è impegnato in una "cospirazione in più parti" per ribaltare il risultato delle legittime elezioni presidenziali del 2020 | Notizie degli Stati Uniti

“Le loro condizioni sembrano buone. Stiamo effettuando una valutazione iniziale e li stiamo testando per quanto riguarda le loro condizioni, e dato il periodo di tempo in cui sono stati in cattività, sono attesi ulteriori test nei prossimi due giorni.”

Idan Bergerano, cognato di Har, ha detto al Canale 13 della televisione israeliana che lui e sua moglie hanno potuto vedere i due uomini in ospedale.



immagine:
Membri della Protezione Civile Palestinese che lavorano sul luogo dei raid israeliani. Foto: Protezione civile palestinese



immagine:
Foto: Protezione civile palestinese

Ha detto che erano entrambi magri e pallidi, ma comunicavano bene ed erano consapevoli di ciò che li circondava.

Il signor Marman e il signor Haar sono il secondo e il terzo ostaggio ad essere salvati in sicurezza. UN La soldatessa è stata salvata in ottobre.

Per saperne di più:
Israele ha avvertito delle ripercussioni di ciò
Una bambina di 6 anni è stata trovata morta dopo aver chiesto di essere soccorsa
Testimone oculare: all'interno della rete di tunnel a Gaza

Israele afferma che Hamas detiene ancora circa 100 ostaggi.

Ciò avviene dopo una serie di raid israeliani nella città di Rafah questa mattina. Nonostante gli avvertimenti da noi Il presidente Joe Biden Non effettuare un'operazione militare nella città al confine con Gaza senza un piano di protezione dei civili.



immagine:
Un palestinese è rimasto ferito in un attentato a Rafah. Foto: Reuters

L'esercito israeliano ha affermato di aver colpito “obiettivi terroristici nella zona di Shaboura” a Rafah.

La dichiarazione militare afferma che la serie di attacchi è terminata, senza fornire dettagli sugli obiettivi o valutare i danni o le potenziali vittime.

READ  Il caos esplode nel parlamento francese mentre Macron annulla il voto e i poteri attraverso una controversa legge sulle pensioni | notizie dal mondo

Funzionari sanitari locali di Rafah hanno detto che almeno 37 persone sono state uccise.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *