Buon giorno! L’Italia apre un consolato a Springfield Monarch Place

SPRINGFIELD – In riconoscimento del patrimonio italiano e dei legami commerciali di Springfield, il governo a Roma apre il consolato italiano nel Massachusetts occidentale.

Lo spazio per uffici a Monarch Place è stato donato dall’uomo d’affari italo-americano Paul Beckinley. Beckinley, che è stato nominato Console Generale onorario, ospiterà una grande apertura lunedì sera con Arnaldo Menotti, Console Generale d’Italia a Boston, lo sceriffo della contea di Hampden Nick Cucci e il sindaco di Springfield Dominic J. Sarno, i cui genitori sono immigrati dall’Italia.

L’area donata da Beckinley al Consolato italiano nel Massachusetts occidentale deve essere designata come territorio sovrano effettivo, parte dell’Italia.

Come l’ambasciata, i consolati regionali assistono con commercio, turismo, passaporti italiani, doppia residenza e certificati di nascita e morte. Senza un ufficio del Massachusetts occidentale, i residenti locali dovevano recarsi a Boston o oltre per aiutare con questi problemi.

L’ufficio di Springfield sarà l’unico ufficio oltre a Boston nel Massachusetts. Gli uffici consolari di Worcester e Providence, Rhode Island, rimarranno chiusi, secondo un comunicato stampa.

“Quando una famiglia si trova di fronte a un problema significativo come la necessità di ottenere un certificato di nascita o di morte, quella distanza e quella sfida possono essere schiaccianti mentre si attende la sepoltura di una persona cara o si fornisce prova di nascita e cittadinanza per altre attività”, Bickinley ha detto. . “Alcune delle storie che ho sentito sono state strazianti. È qualcosa che dovevamo sistemare. Sono così felice che siamo stati in grado di riunire i due governi per fare questo a Springfield per tutta la gente del Massachusetts occidentale”.

Menotti e altri rappresentanti italiani hanno trascorso il lunedì incontrando i leader aziendali locali. Il consolato ha già iniziato ad operare nella regione.

READ  L'Egitto e l'Italia estendono la terza fase del programma di conversione del debito da 100 milioni di dollari - economia - affari

West Springfield, Agawam e la Central High School di Springfield collaborano da anni con il Consolato e offrono corsi di lingua italiana.

Il Rev. Robert White, parroco della chiesa di Nostra Signora del Monte Carmelo a Springfield, riceverà stasera un ringraziamento formale dal governo italiano per la sua dedizione al servizio degli italoamericani. Il mese prossimo ricorre il cinquantesimo anniversario del suo ingresso nel sacerdozio.

Il Monte Carmelo è stato costruito nel 1907 da immigrati italiani. È unico nella diocesi di Springfield. La diocesi non ne ordinò la costruzione come è consuetudine. Papa Pio X sponsorizzò e approvò personalmente la costruzione per servire la crescente popolazione italo-americana della regione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *