Uragano Otis: una potente tempesta con venti a 165 mph colpisce una località balneare messicana in uno “scenario da incubo” | notizie dal mondo

Non sono stati registrati uragani nemmeno vicini a questa intensità in questa parte del Messico – e le autorità temono che Otis possa essere più mortale della tempesta del 1997 che uccise più di 200 persone.


Mercoledì 25 ottobre 2023 alle 10:26, Regno Unito

Un uragano “catastrofico” si è abbattuto sul Messico.

L’uragano Otis si è rapidamente intensificato fino a diventare una tempesta di categoria 5, con venti sostenuti fino a 165 miglia orarie, quando ha colpito Acapulco, una località balneare di oltre 1 milione di persone.

La tempesta si è diretta verso la costa a mezzanotte, sollevando preoccupazioni sul fatto che molti residenti potrebbero essere stati impreparati.

Successivamente si è indebolito fino alla categoria 4 mentre si dirigeva verso l’interno, ma aveva ancora venti massimi sostenuti di oltre 130 mph.

Si prevede che tempeste potenzialmente catastrofiche causeranno inondazioni costiere pericolose per la vita, in quello che il National Hurricane Center ha descritto come uno “scenario da incubo”.

C’è anche il rischio di inondazioni improvvise, smottamenti e interruzioni di corrente per settimane o mesi, con il sindaco di Acapulco che avverte che Otis potrebbe essere più distruttivo dell’uragano Pauline, una tempesta del 1997 che causò devastazioni di massa e uccise più di 200 persone.

I meteorologi hanno affermato che Otis non ha precedenti, aggiungendo: “Non sono stati registrati uragani nemmeno vicini a questa intensità in questa parte del Messico”.



immagine:
Percorso stimato dell’uragano. Foto: Centro nazionale degli uragani

Centinaia di rifugi sono stati allestiti nello stato di Guerrero nel caso in cui le famiglie vengano costrette a lasciare le loro case a causa dei venti o dell’innalzamento del livello dell’acqua, e i funzionari dicono che sono in “massima allerta”.

READ  Il primo ministro libico si rifiuta di sospendere l'adesione del ministro degli Esteri | Libia

“Vai nei rifugi, resta in luoghi sicuri, lontano da fiumi, ruscelli e valli e sii vigile, senza essere troppo sicuro di sé”, ha scritto in precedenza su Twitter il presidente Andres Manuel Lopez Obrador.

Leggi di più da Sky News:
Carcere per un uomo che ha inviato più di 200 messaggi offensivi
Il terzo ex avvocato di Trump si dichiara colpevole
Un pilota fuori servizio dell’Alaska Airlines è accusato di tentato omicidio

I turisti si stanno spostando verso gli hotel più in alto e, nelle zone più basse, i funzionari invitano le persone tramite altoparlanti a evacuare.

L’esercito e la marina messicani hanno schierato più di 8.000 soldati dotati di attrezzature specializzate per assistere nelle operazioni di salvataggio.

Secondo la scienziata statunitense Andra Garner, gli uragani atlantici sono ora più del doppio più forti di quanto lo fossero in passato e si stanno rapidamente intensificando da piccole tempeste a sistemi meteorologici potenti e catastrofici.

Secondo il ricercatore sugli uragani Phil Klotzbach, l’aumento di 12 ore della velocità del vento a Otis ha segnato l’intensificazione più rapida nell’area dal 1966.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *