Un generale russo ha fatto esplodere una mina in prima linea

Un alto funzionario del Dipartimento di Stato americano ha dichiarato martedì che il presidente russo Vladimir Putin non farà la pace in Ucraina prima di conoscere i risultati delle elezioni americane previste per novembre 2024.

Ciò avviene nel contesto dei timori che la potenziale vittoria dell’ex presidente Donald Trump possa indebolire il sostegno occidentale a Kiev.

Trump, che sta cercando la rielezione nel 2024 ed è il principale candidato per la nomina presidenziale del Partito Repubblicano, è stato aspramente critico nei confronti del sostegno degli Stati Uniti a Kiev.

Un alto funzionario ha dichiarato in una conferenza stampa dopo l’incontro dei ministri degli Esteri della NATO a Bruxelles che l’alleanza ha ribadito il suo sostegno all’Ucraina, sapendo che è improbabile che si raggiunga un accordo di pace l’anno prossimo.

“La mia aspettativa è che Putin non realizzerà la pace, né una pace significativa, prima di vedere l’esito delle nostre elezioni”, ha detto il funzionario, che ha parlato in condizione di anonimato per discutere l’esito dell’incontro.

Alla domanda se stessero esprimendo un’opinione personale o il punto di vista del governo americano, il funzionario ha detto che si trattava di una “premessa ampiamente condivisa”.

“Questo è stato il contesto in cui tutti gli alleati hanno espresso un forte sostegno all’Ucraina” durante la riunione della NATO di martedì, ha aggiunto il funzionario, senza menzionare Trump per nome o affermare esplicitamente come l’esito elettorale avrebbe influenzato il sostegno all’Ucraina.

READ  La sua famiglia ha annunciato che la rapita Shani Lok era morta, tre settimane dopo essere stata rapita dai terroristi di Hamas al Nova Festival e fatta sfilare sul retro di un camion.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *