Ultimi aggiornamenti sul vulcano islandese di oggi: magma ‘molto vicino’ alla superficie

Enormi crepe appaiono sulle strade di una città islandese a rischio di eruzione vulcanica

Il magma potrebbe aver raggiunto livelli molto alti nella crosta terrestre, secondo l’ufficio meteorologico islandese, secondo cui le persone dovranno “aspettare e aspettare i prossimi giorni” per vedere come si svilupperanno gli eventi.

“Anche se c’è ancora un afflusso di magma nel corridoio, e anche se i nostri dati e modelli lo mostrano, questa possibilità è imminente, e dobbiamo davvero aspettare i prossimi giorni per vedere cosa succede”, Kristin Jónsdóttir, responsabile del Dipartimento meteorologico islandese, ha affermato.

Ha detto che la diminuzione dell’attività sismica nelle ultime 24 ore potrebbe essere un segno che il magma ha raggiunto livelli molto alti nella crosta terrestre, aggiungendo che lo scenario non è diverso da quello visto prima di una precedente eruzione nel 2021.

Il Met Office ha affermato che è stato rilevato gas fuso in un pozzo a Svartsinje, indicando un’imminente eruzione del vulcano Fagradalsfjall nei prossimi giorni, con la città di Grindavik più a rischio.

“Si ritiene che Hagafell sia il sito principale dell’eruzione”, ha detto il meteorologo.

Molti esperti ora temono che l’eruzione vulcanica sia una questione di quando, e non se.

1700469103

L’area vicino alla centrale sta entrando in una “nuova fase eruttiva”, dice un vulcanologo

L’area vicino alla centrale elettrica di Svartsingi è entrata in una “nuova fase eruttiva”, ha suggerito un vulcanologo islandese.

Il terreno vicino alla centrale si sta gonfiando mentre una camera situata a 4,5 chilometri sotto la superficie si riempie di magma ad una velocità di circa 50 metri cubi al secondo, secondo il professor Thorvaldur Thordarson, in una ripetizione di eventi che hanno visto apparire enormi crepe nel terreno . Terra all’inizio di questo mese.

“Penso che la probabilità di un’eruzione nella parte settentrionale della fila del cratere Sundhnúkar o nella lava di Illahraun aumenti ogni giorno. Penso che la probabilità di un’eruzione lì aumenti a causa dell’elevazione del terreno in quella zona,” Ha detto il professor Thordarson. Monitor dell’Islanda.

All’inizio di questo mese sono comparse enormi crepe in una strada nella cittadina di pescatori di Grindavik

(Reuters)

Andy Gregorio20 novembre 2023 08:31

1700467545

Il terreno vicino alla centrale si gonfia mentre la camera sottostante viene inondata di magma

Il terreno vicino alla centrale elettrica di Svartsinje si sta sollevando più velocemente di prima che eventi sotterranei causassero la comparsa di enormi crepe nel terreno all’inizio di questo mese, ha detto un vulcanologo.

Il rigonfiamento del terreno è comune prima delle eruzioni vulcaniche, e il professor Thorvaldur Thordarson ha affermato che il terreno ora si sta sollevando circa 5,5 volte più velocemente di quanto lo fosse 10 giorni fa, con il magma che scorre nella camera di stoccaggio – che si trova a 4,5 chilometri sotto la superficie – che ora lo circonda. . Dieci volte più veloce, a circa 50 metri cubi al secondo.

“La Terra si sta sollevando molto più velocemente ora. Ciò sta accadendo simultaneamente perché il magma crea spazio e quindi solleva la superficie terrestre”, ha detto il professor Thordarson. Monitor dell’Islanda.

Se questo ritmo continua, il vulcanologo ritiene che la centrale elettrica di Svartsinje raggiungerà la sua posizione precedente entro 5-15 giorni.

“È difficile sapere cosa accadrà dopo”, ha aggiunto. “Potremmo assistere a un’eruzione, oppure potremmo riportare in vita le attività avvenute il 10 novembre o semplicemente qualcosa di completamente nuovo”.

Andy Gregorio20 novembre 2023 08:05

1700465458

È come un film distopico: gli islandesi descrivono la scena “orribile”.

Andrea Avarsdottir, 46 anni, residente a Grindavik, ha detto: L’indipendente: “Tutto sembra così irreale, mi sento come se fossi in un film distopico. Aspetto solo di svegliarmi da questo incubo.”

Alisha Rahman Sarkar20 novembre 2023 alle 07:30

1700463658

Terremoti in Islanda: enormi crepe appaiono sulle strade delle città a rischio di eruzione vulcanica

Terremoti in Islanda: enormi crepe appaiono sulle strade delle città a rischio di eruzione vulcanica

Alisha Rahman Sarkar20 novembre 2023 alle 07:00

1700461858

È sicuro viaggiare in Islanda?

La città di Grindavik, situata a sole 10 miglia a sud dell’aeroporto internazionale di Keflavik, è stata evacuata a titolo precauzionale. Tuttavia, i voli continuano ad arrivare e partire come al solito.

Lo ha detto un portavoce della British Airways L’indipendente: “I nostri voli stanno operando come previsto e continuiamo a monitorare da vicino la situazione.

“Ci metteremo in contatto direttamente con i clienti se la situazione dovesse cambiare.”

Alisha Rahman Sarkar20 novembre 2023 alle 06:30

1700460058

Le strade si dividono a Grindavik in previsione di una possibile eruzione vulcanica

Questa foto del drone mostra le crepe a un incrocio nella città di Grindavik, in Islanda

(AP)

Questa foto del drone mostra le crepe accanto a un parco giochi per bambini nella città di Grindavik, in Islanda

(AP)

Alisha Rahman Sarkar20 novembre 2023 alle 06:00

1700458220

Corsa contro il tempo per salvare la centrale elettrica dalla lava

Le autorità islandesi hanno ordinato la costruzione di difese attorno alla centrale elettrica di Svartsingi per proteggerla dalle colate di lava in caso di eruzione vulcanica nei pressi dell’area.

Il 14 novembre sono iniziati i lavori di costruzione “intensivi” per creare il più rapidamente possibile una “linea di difesa di base” per proteggere l’impianto da un possibile primo attacco di lava.

L’emittente statale RUV ha riferito che sono state utilizzate grandi attrezzature per la rimozione del terreno e potenti bulldozer.

Una corsa contro il tempo per proteggere la centrale elettrica di Svartsinje dalla lava

(Schermata/RUV)

Alisha Rahman Sarkar20 novembre 2023 alle 05:30

1700456420

READ  Gli Stati Uniti effettuano attacchi aerei contro le milizie sostenute dall'Iran in risposta agli attacchi dei droni | Notizie dagli Stati Uniti

Il terreno attorno alla centrale si sta sollevando più velocemente, dice un vulcanologo

Il vulcanologo Orvald Durdarson ha detto che il terreno attorno alla centrale elettrica di Svartsinge, situata a circa 4 chilometri dalla città di Grindavik, si stava sollevando molto più velocemente rispetto a prima dei terremoti.

“Il flusso di magma in questa camera di stoccaggio, che si trova a una profondità di 4,5 chilometri, è da 8 a 10 volte superiore a quello di cui si parlava prima del 10 novembre”, ha detto. Monitor dell’Islanda.

Ha aggiunto: “La velocità a quel tempo era di circa 5-7 metri cubi al secondo, ma ora è di circa 50 metri cubi al secondo.”

“Il Paese si sta sollevando molto più velocemente adesso. Ciò avviene simultaneamente perché il magma crea spazio e quindi solleva la superficie della Terra.

Alisha Rahman Sarkar20 novembre 2023 alle 05:00

1700454620

Il vulcano islandese potrebbe eruttare come una lattina di bibita

Un vulcano in Islanda in procinto di eruttare potrebbe esplodere come una “lattina di bibita”, ha detto un esperto.

Gas fuso è stato rilevato in un pozzo a Svartsingi, ha detto l’Ufficio meteorologico islandese, indicando un’imminente eruzione del vulcano Fagradalsfjall nei prossimi giorni, con la città di Grindavik più a rischio.

Il magma si stava accumulando sotto l’Islanda e Margaret Hartley, docente di geoscienze presso l’Università di Manchester, ha affermato che l’eruzione è stata una questione di quando è avvenuta, non di quando è avvenuta.

“Penso che accadrà un’eruzione, ma la grande domanda è quando potrebbe accadere”, ha detto a WordsSideKick.com.

Un’eruzione può verificarsi quando una frattura aperta collega una diga di magma alla superficie terrestre.

Alisha Rahman Sarkar20 novembre 2023 alle 04:30

1700452820

Ai residenti islandesi è stato detto che dovranno affrontare mesi lontani dalle loro case

Gli esperti hanno rivelato il potenziale sito di un’eruzione vulcanica in Islanda, poiché le autorità hanno avvertito gli sfollati che potrebbero non tornare a casa per mesi.

Gas fuso è stato rilevato in un pozzo a Svartsingi, indicando un’imminente eruzione del vulcano Fagradalsfjall nei prossimi giorni, ha affermato l’Ufficio meteorologico islandese (IMO).

“Si ritiene che Hagafell sia il sito principale dell’eruzione”, ha detto il meteorologo.

Il luogo della potenziale eruzione si trova vicino alla città di Grindavik, che è stata evacuata a causa di una serie di terremoti che hanno scosso i residenti e le loro case.

Alisha Rahman Sarkar20 novembre 2023 alle 04:00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *