Stellantis, i sindacati acconsentono alla cassa integrazione, assunzioni nello stabilimento di Atessa

MILANO, 29 marzo (Reuters) – I sindacati italiani dei metalmeccanici hanno dichiarato mercoledì di aver raggiunto un accordo con Stellandis (STLAM.MI) sui licenziamenti volontari presso lo stabilimento di produzione di furgoni del gruppo di Atessa, nell’Abruzzo centrale.

I sindacati hanno affermato in una dichiarazione congiunta che tutti i lavoratori licenziati non avrebbero superato l’età pensionabile da più di cinque anni.

Ricevono il 90% della retribuzione nei primi due anni e il 70% nei restanti tre anni prima del raggiungimento dell’età pensionabile, grazie ai sussidi statali ea quelli erogati dall’azienda.

Nell’ambito dell’accordo, la casa automobilistica assumerà 40 di coloro che attualmente lavorano presso lo stabilimento di Adesa in modo permanente con un contratto di locazione-lavoro, mentre circa 1.000 lavoratori saranno formati per acquisire le competenze necessarie per la transizione energetica.

I sindacati hanno detto che l’accordo sarà firmato al ministero del lavoro italiano nelle prossime settimane.

Con circa 5.000 dipendenti e una capacità produttiva annua di oltre 300.000 unità, lo stabilimento di Adesa è il più grande impianto di produzione di furgoni in Europa.

Stellandis non è stato immediatamente disponibile per un commento.

Reportage di Giulio Piovaccari, Montaggio di Gavin Jones

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

READ  In Italia è in corso un’importante esercitazione dell’aeronautica NATO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *