Sei Nazioni 2024: “La disperazione scozzese durerà quanto la gioia italiana”

Non che l’Italia fosse perfetta. Non lo erano. Non ne avevano bisogno.

La loro linea era un po' confusa e a volte i loro contrasti erano discutibili, ma hanno continuato ad andare avanti. Sarebbero stati consapevoli della crisi esistenziale che si stava verificando dall’altra parte.

La Scozia ha assegnato un rigore dopo l'altro e questa volta non ci sono state critiche per le pessime chiamate arbitrali. Questa era una squadra che perdeva la trama e rivelava l'altro lato della propria personalità.

Non riuscivano a prendersi cura della palla, non riuscivano a costruire fasi e pressione, non esercitavano alcun controllo e avevano l'aspetto di agnelli smarriti.

C'era un leader scozzese lì? C'è qualcuno che calma tutti e li rimette in carreggiata? Non sembra così.

C'era un leader italiano? A tonnellate. Juan Ignacio Brix, Michel Lamaro, Ross Vincent, Sebastian Negri. Questo è solo per cominciare.

Le sanzioni non arrivano nel vuoto. Succede perché il tuo avversario ti costringe a fare cose che non vuoi fare ma le fai comunque perché il gioco è in bilico, l'atmosfera è intensa e la disperazione è alta.

In quell'ambiente la mente può tornare ai marshmallow – ed è quello che è successo alla Scozia.

I rigori sono stati assegnati 5-4 contro di loro nell'intervallo, per un totale di 6-4, 7-4, 8-4, 9-4. Stephen Varney ha segnato per il 28-22 per l'Italia. Il numero dei calci di rigore è stato esteso a 10-4, 11-4, 12-4. Dov'erano in campo i risolutori di problemi scozzesi? Non esisteva.

Alla fine, Sam Skinner ha centrato il vincitore realizzando una partita da due punti a tre minuti dalla fine. La Scozia ha superato i 20 punti nella giocata finale, ma sapevi cosa sarebbe successo.

READ  L'Ambasciata d'Italia al Cairo tiene un evento sul ruolo della tecnologia nello sport - luci della città - vita e stile

Una squadra che tira fuori la palla e fa delle mosse sbagliate non diventa una macchina crudele solo negli ultimi secondi. Kinghorn ha tentato un offload rischioso, la palla si è rovesciata e la partita è finita.

L'Italia se lo è meritato, e questo è un risultato straordinario del Sei Nazioni, e forse una vittoria per gli Azzurri.

Per la Scozia è la stessa vecchia cosa. Yo-yo vita. Molto di questo è buono, ma molto non è abbastanza buono. Nel migliore dei casi fanno cose che solo le squadre campione potrebbero fare, ma nel peggiore dei casi fanno cose che nessuna squadra campione potrebbe mai fare.

Torna al tavolo da disegno. di nuovo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *